Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Romeo si prepara ad accogliere due nuove navi per Nova Marine Carriers

La shipping company elvetica Nova Marine Carriers, guidata dalla famiglia di origini italiane Romeo (nella foto Vincenzo Romeo) e partecipata anche dal gruppo canadese Algoma Corp, nei prossimi giorni si prepara ad accogliere nella propria flotta due nuove navi portarinfuse secche.

La società ha infatti annunciato l’imminente consegna da parte del cantiere navale giapponese Imabari di una bulk carrier classe Handymax da 38.000 tonnellate di portata lorda costruita dal cantiere navale giapponese Imabari ribattezzata Sider Montediprocida. “La nave porta il nome del paese natale del nostro fondatore, il capitano Giovanni Romeo” spiega Nova Marine Carriers, aggiungendo che “sarà disponibile da fine gennaio 2020”.

Questo nuovo ingresso nella flotta del gruppo armatoriale elvetico non era finora mai stato reso noto pubblicamente dalla società (tuttora non è presente fra le navi in costruzione) e dunque potrebbe trattarsi di un resale o di un time charter di lungo periodo con opzione d’acquisto.

Sempre nei prossimi giorni è attesa anche la consegna da parte del cantiere cinese di fiducia, Zhejiang Xinle Shipbuilding, della prima di una serie di 18 navi bulk carrier ordinate a metà del 2018. Sider Buffalo, appunto sarà la prima e avrà una portata lorda pari a 8.000 tonnellate. La commessa, tutta per navi che saranno impiegate in rotte di cabotaggio, prevede la costruzione di sei unità da 8.000 tonnellate di portata e dodici da 6.000 Tpl.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY