Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Da Finnlines 98,3 milioni di utili per Grimaldi

Nonostante un lieve calo dei volumi di merce trasportata e dei ricavi, nel 2019 la compagnia di navigazione Finnlines ha migliorato il proprio risultato netto e dunque anche quest’anno porterà in dote al Gruppo Grimaldi un utile netto di 98,3 milioni di euro (in crescita del 3,4% rispetto al 2018). I ricavi della controllata finlandese hanno raggiunto i 574,8 milioni di euro, il 2,5% in meno rispetto ai 589,4 milioni di un anno prima, l’Ebit è rimasto stabile a 104,8 milioni di euro mentre l’Ebitda è salito del 2% (169,8 milioni).

I risultati di Finnlines, seppure molto buoni, hanno risentito negativamente nel quarto trimestre dell’anno degli scioperi e dalle azioni di protesta dei marittimi andate in scena a cavallo fra novembre e dicembre impattando prevalnetmente sulle linee Helsinki – Travemünde e Naantali – Kapellskär.

La controllata di Grimaldi nel 2019 ha operato una flotta di 20 navi e nel corso dei prossimi anni arriveranno nuove costruzioni di capacità sempre maggiore. Emanuele Grimaldi, presidente e amministratore delegato della compagnia di navigazione, ha detto: “Abbiamo ordinato cinque navi ultra green di nuova egenerazione, tre RoRo ibride e due traghetti Superstar RoPax eco-efficienti, per  un investimento totale di mezzo miliardo di euro”. L’armatore partenopeo ha poi aggiunto: “Continueremo a utilizzare navi sempre più grandi per beneficiare delle economie di scala e al fine di ridurre le emissioni di CO2 per tonnellata trasportata”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY