Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Noli delle navi cisterna pronti nuovamente a decollare

I noli delle navi di grande capacità per il trasporto di petrolio greggio (Very Large Crude Carrier) sono previsti in aumento poiché i trader cercano capacità di stiva necessaria per stoccare enormi quantità di oro nero acquistato a basso costo approfittando del brusco calo del prezzo (-25%) registrato a inizio settimana. Le tariffe di nolo dal Medio Oriente all’Asia, ad esempio, sono aumentate di oltre il 25% rispetto a venerdì scorso secondo quanto riporta Reuters.
Le rate di nolo giornaliere di una Vlcc che può trasportare, o semplicemente stoccare, 2 milioni di barili di greggio sono salite a circa 38.700 dollari rispetto ai 30.700 di venerdì scorso e ai 14.800 dollari di un mese fa. Oggi, martedì 10 marzo, si sono viste contrattazioni per navi Vlcc arrivare a oltre 200.000 dollari al giorno di nolo.

L’aumento delle tariffe di noleggio delle petroliere è una manna per gli armatori, che hanno visto recentemente calare la domanda di stiva per effetto dall’epidemia di Coronavirus che ha soffocato le importazioni di materie prime e semilavorati in Cina.
“Stiamo vedendo diversi accordi in fase di negoziazione per charter a breve termine (6-12 mesi), di cui uno già concluso. Il calo dei prezzi del petrolio ha reso lo stoccaggio offshore attraente anche se i margini sono ancora relativamente sottili” dicono da Poten & Partners.
Un’altra società di analisi e ricerca, Pareto Securities, ha comunicato al mercato che “mentre ieri l’attività effettiva di noleggio delle navi era piuttosto limitata, l’interesse per lo stoccaggio galleggiante ha incrementato il sentiment positivo degli armatori e le aspettative per rate di nolo in aumento sostanziale”. Il naviglio più anziano è quello che avrà maggiori probabilità di essere impegnato per lo stoccaggio.
Diverse raffinerie stanno già cercando di massimizzare le importazioni di greggio a basso costo dopo che i sauditi hanno tagliato i prezzi di vendita per il mese di aprile nel tentativo di attirare gli acquirenti.

Oltre allo stoccaggio galleggiante, paesi come la Cina e l’India potrebbero inoltre muoversi per sfruttare la debolezza dei prezzi e aumentare le imporazioni per le riserve strategiche, incrementando anche loro la domanda di petroliere secondo Ralph Leszczynski, analista di banchero costa a Singapore.

Un numero elevato di Vlcc impiegate per lo stoccaggio di petrolio avrà effetti positivi a cascata sulle navi Aframax e Lr2 perché beneficeranno della ridotta capacità di stiva disponibile sul mercato del trasporto via mare di petrolio e prodotti raffinati.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY

VLCCs back in ‘mad’ territory with scrubber-less tankers taken by the Saudis on subs for more than $200,000 a day