Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Onorato riapre una linea su Olbia e accusa i commissari di Tirrenia (AGGIORNATO)

Vincenzo Onorato, patron del Gruppo Moby, torna a parlare in prima persona annunciando, dopo aver comunicato stamattina la sospensione di tutte le linee in convenzione di Tirrenia, che riaprirà a breve solo un collegamento fra Civitavecchia e Olbia e nel frattempo chiede al Ministero dello sviluppo economico di ‘richiamare all’ordine’ i commissari di Tirrenia in amministrazione straordinaria.

Nella nota firmata da Onorato si legge: “L’azione dei commissari Tirrenia in AS (società con unico azionista lo Stato) Gerardo Longobardi, Beniamino Caravita di Toritto e Stefano Ambrosini, malgrado le nostre assicurazioni e disponibilità fornita in forma scritta a fornire garanzie di pagamento su quanto reclamato, mi appare, in questo particolare momento storico del Paese a dir poco drammatico, di assoluta irresponsabilità”.

L’esperto armatore partenopeo poi aggiunge: “La famiglia Onorato è legata ai collegamenti per la Sardegna da circa 130 anni e per questo motivo e per un obbligo morale ripristineremo uno dei collegamenti essenziali per la Sardegna, il Civitavecchia-Olbia, con una nave Moby quanto prima non potendo Cin esercitare il servizio. Auspico, nell’interesse superiore delle isole che colleghiamo, un intervento del Governo sui Commissari, che da loro dipendono, che li richiami al senso di responsabilità che dovrebbe animare le azioni di chi detiene posti vitali”.

AGGIORNAMENTO – 30/3/2020 h.19:55

Il Gruppo Moby prosegue la sua marcia indietro rispetto a quanto annunciato stamattina e comunica la riapertura di altre due linee finora servite tramite Tirrenia Cin.

“La famiglia Onorato non abbandona la Sardegna” è scritto in una nota diffusa in serata da Moby. “Nonostante i Commissari di Tirrenia in AS, abbiano eseguito il sequestro conservativo sui conti correnti CIN, paralizzando l’operatività della compagnia, provvederemo come Moby, nelle nostre possibilità e fuori convenzione, a garantire i servizi di continuità territoriale ripristinando già da stasera la Civitavecchia – Olbia e a seguire a partire da domani la Genova – Porto Torres e la Napoli – Cagliari. In un momento storico così grave, il gruppo Onorato, non abbandona la Sardegna e continuerà così a garantire i servizi essenziali e il trasporto di generi alimentari, farmaci e presidi ospedalieri continuando un legame morale che dura da oltre 130 anni”.

Nel frattempo anche Confitarma è intervenuta per dire: “In riferimento alla comunicazione odierna del Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti – ha affermato il presidente Mario Mattioli – posso assicurare che i nostri associati e anche altri armatori che già oggi assicurano circa il 70% dei servizi, continueranno a garantire i
collegamenti marittimi con la Sardegna, la Sicilia e le isole minori per il
trasferimento di merci essenziali tra cui le forniture mediche, i prodotti
venduti nei supermercati e tutti gli articoli necessari per la vita quotidiana. Al fine di far fronte all’attuale emergenza – ha aggiunto il Presidente di
Confitarma – mi è stato confermato che è già in programma il potenziamento dei servizi attualmente esistenti”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY