Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Interminal chiede a Enel un po’ di carbone a Civitavecchia

Interminal Srl, impresa portuale di Intergroup operante nel porto di Civitavecchia ex art 16 legge 84/94, si dice pronta a movimentare carbone in virtù di “un’esperienza trentennale specifica” maturata “nella gestione di milioni di tonnellate di tale combustibile solido”.

Il terminalista comunica tramite una nota che “accoglie favorevolmente ed esprime la propria condivisione all’iniziativa promossa dal presidente della Compagnia Portuale Civitavecchia, Enrico Luciani”.

Interminal scrive: “La proposta di sbarcare in porto parte del carbone destinato al pontile in concessione a Enel, rispecchia in pieno anche l’appello lanciato dal presidente dell’Autorità di Sistema Portuale, in cui viene sottolineato come il porto di Civitavecchia sia pronto e sia in grado di accogliere ogni tipologia di traffico. Sarebbe un gesto di solidarietà per la comunità portuale e per la città da parte di Enel e una vera boccata d’ossigeno in questi tempi senza precedenti, per tutte le imprese specializzate che operano in questo settore e che hanno già un know how nella gestione di questa tipologia di prodotto”. Attualmente lo sbarco del carbone l’Enel lo effettua ‘in House’ presso un proprio pontile.

La nota di Interminal firmato dall’amministratore delegato Ferdinando De Caro si conclude dicendo: “Ci aspettiamo quindi che tutte le istituzioni, Autorità di Sistema Portuale, Regione e Comune, diano il loro fattivo contributo, per attuare in tempi celeri questa iniziativa che garantirebbe in questa difficile emergenza, il sostegno indispensabile per tutto il cluster portuale di Civitavecchia”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY