Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Un contagiato da Covid-19 e un morto per altre cause a bordo della Saipem Fds

Su una nave di Saipem attiva nello sviluppo di campi estrattivi è morto un marittimo mentre un altro è stato sbarcato dopo essere risultato positivo al Coronavirus.

A proposito del marittimo morto sull’unità impiegata nel Mare del Nord, Saipem ha reso noto che “il decesso a bordo del mezzo Saipem FDS, che si trova attualmente nel distretto portuale di Waalhaven a Rotterdam, è avvenuto per cause naturali, come accertato dalle indagini delle autorità olandesi. Il collega, che non presentava alcun sintomo riconducibile al Covid-19, è deceduto in maniera inaspettata nel corso della notte”. L’azienda esprime il proprio cordoglio e la massima vicinanza ai familiari.

Inizialmente questa morte aveva destato non poche preoccupazioni fra gli altri membri dell’equipaggio perché si sospettava che le cause del decesso fossero riconducibili a Coronavirus. Per questo Saipem aveva immediatamente provveduto “ad applicare i più severi protocolli per verificare l’esistenza di casi di Covid-19 a bordo del mezzo stesso”. A questo proposito sempre l’azienda ha fatto anche sapere che “un solo membro dell’equipaggio è stato sbarcato e trasferito in isolamento dopo che è stata accertata la sua positività”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY