Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

In Europa il differenziale fra HSFO e VLSFO scende a 34 dollari/tonnellata

Il differenziale di prezzo tra i due principali carburanti della navigazione nel più grande porto bunkeraggio d’Europa, Rotterdam, è di soli 34 dollari a tonnellata, un decimo rispetto alla differenza che esisteva a inizio anno.

L’Hi5, così viene definito il differenziale di prezzo tra l’olio combustibile a bassissimo e ad alto tenore di zolfo nell’industria del bunkeraggio, era sceso sotto i 50 dollari a tonnellata a Rotterdam per la prima volta all’inizio di questa settimana prima di un’ulteriore riduzione dei prezzi nei giorni scorsi.

Lo stesso sta avvenendo anche in altre parti del mondo. Il differenziale di prezzo medio tra i primi 20 porti del mondo per il bunkeraggio navale si attesta a soli 55 dollari a tonnellata secondo quanto rilevato da Ship&Bunker, un valore ben lontano dal picco di 343 dollari di differenziale registrata alla fine della prima settimana di gennaio quest’anno.

Il drammatico calo dei prezzi dell’olio combustibile a basso tenore di zolfo (Vlsfo) combinato con il rapido peggioramento delle prospettive dell’economia mondiale nelle ultime settimane ha spinto molti armatori ad accantonare i progetti di retrofit degli scrubber programmati per le proprie navi. In termini di tonnellate di stazza lorda, al 3 aprile il 14,9% della flotta navale mondiale era dotata di uno scrubber secondo i dati della Clarkson Research Services.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY 

Price differential between low and high sulphur fuel down to $34 per ton at Europe’s largest bunkering hub