Il quotidiano on-line del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Meyer Turku in rosso per Costa Smeralda e costretta a ritardare la consegna di Costa Toscana



Il cantiere navale finlandese Meyer Turku, parte del gruppo tedesco Meyer Werft, ha reso noto di aver chiuso l’esercizio 2019 con una perdita 107,9 milioni di euro, mentre l’anno precedente il risultato netto era stato positivo per 29 milioni di euro. Questo risultato, secondo quanto reso noto dallo steso gruppo navalmeccanico, è “dovuto in larga parte” alle difficoltà incontrate nella costruzione della nave prototipo Costa Smeralda alimentata a Gnl e la cui consegna è stata infatti ritardata di diverse settimane a fine 2019.

Questi numeri di bilancio comporteranno una razionalizzazione della forza lavoro nello stabilimento finlandese che traguardo un taglio di 450 occupati. Altre 900 risorse saranno interessante da altre misure finalizzate al contenimento dei costi.

L’amministratore delegato di Meyer Turky, Jan Meyer, ha spiegato che “la pandemia di coronavirus ha completamente stravolto la situazione. Stiamo affrontando le richieste di allungare il portafoglio ordini spalmando su un orizzonte temporale più lungo le consegne e a questo fine sono in corso discussioni con i nostri committenti”. Si tratta di Carnival, Costa Crociere, Royal Caribbean e Tui Cruises.

Sempre Meyer ha infatti aggiunto che in futuro, “invece che intensificare l’attività per consegnare uno o due navi all’anno fino al 2023” il cantiere si limiterà “a consegnare una nave all’anno” e non sarà dunque necessario potenziare i ritmi di lavoro.

I cambiamenti al piano di sette nuove costruzioni che Meyer Turku aveva in programma fino al 2025 sono attualmente ancora oggetto di negoziazione con i committenti secondo quanto reso noto dallo stesso cantiere. Tra le navi in costruzione e che quindi saranno oggetto di posticipo figura anche Costa Toscana (unità gemella di Costa Smeralda) la cui consegna sarebbe prevista a fine 2021 ma a questo punto pare probabile venga ritardata al 2022.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY