Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Hapag Lloyd congela i nuovi ordini di portacontainer da 23.000 Teu

La compagnia di navigazione tedesca Hapag Loyd ha messo in stand-by il programma di nuove costruzioni che avrebbe dovuto portatore prossimamente il gruppo a firmare ordini per navi classe Megamax da 23.000 Teu di capacità. Lo ha detto alla testata estera Dvz l’amministrstore delegato di Hapag Lloyd, Rolf Habben: “Ne avremo bisogno prima o dopo di quelle grandi portacontainer ma nessuno penso che possa aspettarsi una commessa da parte nostra nelle prossime settimane” sono state le sue parole.

Prima che scoppiasse l’emergenza Covid-19 la firma sui contratti di costruzione sembrava dovesse essere invece imminente e avrebbe segnato l’ingresso anche del liner tedesco nel regno delle navi Ultra Large Container Carrier seguendo il recente esempio (in termini di nuovi investimenti) di altre compagnie europee come Msc e Cma Cgm. Hapag ad oggi è il quinto global carrier al mondo per capacità di stiva ma curiosamente il suo portafoglio ordini è vuoto diversamente da molti suoi competitor.

La società di ricerca e analisi Alphaliner nei giorni scorsi ha evidenziato che il calo della domanda di trasporto marittimo di container conseguente allo scoppio dell’emergenza coronavirus ha portato il numero di navi in disarmo per la prima volta oltre la soglia dei 3 milioni di Teu. Ciò significa che attualmente il 13% della capacità di stiva globale delle portacontainer è ‘fuori servizio’.

Rivolgendo lo sguardo al futuro il numero uno di Hapag Lloyd a Dvz ha anche dichiarato che si aspetta, come vettore e come membro del consorzio armatoriale The Alliance, che i blank sailing continueranno anche nel terzo trimestre dell’anno in corso.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY 

Read the English versione of this article on Splash247:

Hapag-Lloyd puts megamax orders on ice