Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Moby pronta a portare in Russia un’altra nave mentre la Princess Anastasia diventa hotel

St. Peter Line, compagnia di navigazione russa dal 2016 controllata dal gruppo Moby tramite la Moby Spl Limited, ha annunciato che la sua nave Princess Anastasia smette temporaneamente di fare il traghetto e diventa un hotel che ospiterà persone sane in un ambiente dove il coronavirus si sta diffondendo molto rapidamente.

“In attesa di comunicazioni più precise sulla ripresa dei servizi di trasporto marittimo dei passeggeri dal porto di San Pietroburgo, Moby Spl ha deciso di impiegare  temporaneamente il traghetto nel porto di Murmansk come hotel galleggiante” spiega la compagnia in una nota. Oltre a ciò aggiunge che “la riattivazione dei servizi di trasporto marittimo è una priorità per Moby Spl e la compagnia è pronta, se necessario, a portare in zona una nave simile alla Princess Anastasia per riprendere la linea”.

L’agenzia Reuters nelle scorse ore aveva preannunciato che una nave passeggeri sarebbe  arrivata nella parte nord-occidentale della Russia, nella regione di Murmansk, per accogliere il personale sano impegnato in un cantiere gestito dalla società oil&gas Novatek e diventato uno dei punti critici per la diffusione del coronavirus in Russia.

In quell’area Novatek sta realizzando macchinari e attrezzature per la costruzione di piattaforme che saranno poi impiegate nei suoi futuri impianti a Belokamenka, vicino a Murmansk, al confine con Finlandia e Norvegia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY