Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Laghezza supera i 70 milioni di fatturato ed entra nella top 100 della logistica



Il Gruppo Laghezza entra nella top 100 delle società italiane di logistica grazie a un fatturato che nel 2019, considerando anche le società collegate, supera i 70 milioni di euro, 33 dei quali diretti della capogruppo. Lo afferma in una nota lo tesso gruppo spezzino spiegando che questi risultati sono stati resi possibili dal percorso di crescita e diversificazione che ha coinvolto tutti i settori d’attività dell’azienda nata dalla fusione fra Ratti-Laghezza e Al Logistics.

“La società ha concretizzato una significativa espansione territoriale in ambito doganale, core business dell’azienda, costruendo un efficiente network di sedi operative nei principali porti nodi logistici d’Italia e potenziando l’attività di consulenza doganale, attraverso la creazione della business unit dedicata Studio Laghezza” si legge. “Parallelamente Laghezza Spa (la cui proprietà resta saldamente nelle mani della famiglia Laghezza, con una partecipazione anche dello storico manager Massimo Frolla) ha incrementato gli spazi e i servizi dedicati alla logistica e potenziato la divisione trasporti, anche attraverso acquisizioni, rivolgendosi a una clientela tipicamente formata da spedizionieri internazionali e compagnie di navigazione”.

Massimo Frolla, vicepresidente di Laghezza Spa, ha detto: “Grazie all’aumento dei magazzini dedicati alla logistica e all’incremento del parco mezzi nella divisione trasporti abbiamo registrato in questi due importanti settori un incremento di fatturato pari a circa il 20% fra il 2018 e il 2019, potenziando sia l’offerta di servizi che il volume di affari”.

La crisi del Covid19 ha inevitabilmente stravolto certi equilibri e indotto a una rivisitazione delle previsioni della Laghezza Spa che ha cercato di attutire l’urto e trasformare il più possibile l’emergenza in opportunità di crescita e cambiamento.

“Affrontare questo periodo non è stato facile” sottolinea il presidente Alessandro Laghezza. “Come tutti dobbiamo fare i conti con un fisiologico calo nel traffico merci. Tuttavia abbiamo continuato a lavorare senza sosta, mantenendo in piena attività la divisione logistica dell’azienda e provvedendo, insieme a tante altre imprese del nostro settore, all’approvvigionamento dei beni di prima necessità in tutta Italia. Abbiamo inoltre colto l’occasione per sviluppare nuovi progetti, per implementare i nostri investimenti in informatica e digitalizzazione e per operare un restyling dell’immagine aziendale, preparandoci a un nuovo livello di competizione ed efficienza”.