Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Coronavirus: 6 su 10 top global carrier salvati dai rispettivi Stati nel mercato container

La notizia appena emersa che Pacific International Line (Pil) riceverà un sostegno finanziario dal fondo sovrano di Singapore, Temasek Holdings, ha fatto dire agli osservatori e agli analisi del trasporto marittimo containerizzato che l’intervento pubblico sta facendo sempre più il suo ingresso in un mercato sconvolto dal Covid-19. Pil, più precisamente, verrà soccorsa finanziariamente da Heliconia Capital Management, fondo come detto di Temasek, dopo che già nel 2018 aveva ricevuto ossigeno da un altro soggetto finanziario (Sea Twon Holdings) sempre riconducibile al fondo sovrano singaporiano.

Alphaliner nel suo ultimo report ha evidenziato come 8 su 12 delle maggiori compagnia di navigazione che trasportano container hanno ricevuto sostegni pubblici, in taluni casi lo Stato è presente direttamente nel capitale della società. “I governi hanno sorretto vettori marittimi scarsamente efficienti impedendo di fatto una riforma del mercato che sarebbe invece necessaria. A conti fatti questi aiuti pubblici hanno contribuito ad aumentare la capacità di stiva in questo comparto dello shipping” rilevano da Alphaliner.

Lars Jensen di SeaIntelligence Consulting ha commentato le ultime notizie sulla compagnia Pil rilevando come sia la sesta delle prime dieci società di shipping al mondo a cercare l’aiuto pubblico da quando è esplosa la pandemia di Covid-19. Nell’ordine sono state: Cma Cgm, Cosco, Hmm, Evergreen, Yang Ming e ora Pil. “Questi sei vettori sommati valgono il 43% della capacità di stiva offerta dai primi 10 player al mondo” sottolinea Jensen.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY

Read the English version on Splash247:

Six out of the top 10 carriers have now sought state aid since the start of the coronavirus pandemic