Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Assegnati lavori per 30 milioni di euro nel porto di Ravenna

Nel porto di Ravenna sono stati assegnati lavori per 30 milioni di euro e per ulteriori 15 milioni sono in preparazione i relativi contratti per farli partire entro l’anno. Lo ha reso noto l’Autorità di sistema portuale di Ravenna.

Gli appalti più significativi sono quelli relativi alle manutenzione delle briccole di accosto  presso i pontili in Pialassa Baiona, per un valore di più di 3 milioni di euro; al rifacimento della banchina di attracco del traghetto a Porto Corsini, opera del valore di 3 milioni di euro (che sarà realizzata senza interferenze sulla viabilità del paese durante il periodo estivo); alla ristrutturazione delle banchine “Marcegaglia” in sinistra Canale Candiano, investimento da oltre 12 milioni di euro e il rifacimento della banchina “Magazzini Generali” in destra canale, per oltre 8 milioni di euro. Oltre a vari interventi di manutenzione elettrica ed edile per più di 1 milione di euro.

Sul fronte ferroviario, Rfi sta ultimando i lavori (bloccati causa Covid) per il bypass ferroviario in sinistra Canale Candiano che permetterà ad oltre 4.000 treni/anno di non entrare nella stazione  ferroviaria in città, proseguendo dal porto direttamente verso Bologna /Ferrara.

A questi si aggiungono i progetti in fase di avanzata preparazione, fra i quali la sistemazione della darsena pescherecci a Marina di Ravenna (valore oltre 2 milioni di euro, con gara entro il 2020 e lavori nel 2021); la ricostruzione della banchina Nadep (valore 1 milione di euro e avvio lavori entro il 2020) e della banchina della Fabbrica Vecchia (valore 4,4 milioni di euro ed inizio lavori a fine anno) quest’ultima propedeutica al recupero dell’immobile.

Tutti questi interventi si collocano al di fuori del Progetto dell’HUB Portuale di Ravenna, per il quale a breve la Commissione Tecnica dovrebbe individuare il nome del general contractor al quale affidare oltre 200 milioni di euro di lavori da avviare entro la fine dell’anno. L’Autorità Portuale, nel frattempo, sta già lavorando per preparare l’istruttoria della Fase 2 del progetto Hub Portuale, cioè quella che porterà i fondali del canale Candiano alla quota di -14,5 e che prevede lavori, tra i quali la realizzazione dell’impianto di trattamento fanghi di escavo, per ulteriori 160 milioni di euro.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY