Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Taglio della lamiera e via alla costruzione dei nuovi traghetti di Moby in Cina

Oggi, 2 giugno, nel cantiere cinese di Guangzhou Shipyard International si è svolta la cerimonia del taglio della lamiera della prima delle navi commissionate da Fratelli Onorato Armatori e destinate a Moby “che saranno le più grandi, le più verdi e le più belle ro-pax del mondo” scrive il gruppo in una nota. Queste nuove unità sono destinate a entrare in servizio fra l’Italia continentale e la Sardegna.

“La prima delle due navi per cui oggi viene tagliata la lamiera si chiamerà Moby Fantasy, riportando nella flotta un nome storico per le navi delle compagnie della famiglia Onorato, e per l’appunto rivoluzionerà il concetto stesso di traghetto, con arredi, dotazioni e cabine più simili a quelle di una nave da crociera rispetto a quelli che siamo abituati a conoscere sui ferries. Con ogni particolare studiato per assicurare massima qualità: nelle cabine e negli spazi comuni, come sempre tesi ad offrire ai viaggiatori i migliori standard possibili di servizi di bordo” spiega ancora il gruppo della famiglia Onorato.

Nella nota si legge ancora: “Anche dal punto di vista ambientale l’armatore ha commissionato al cantiere Gsi una serie di dotazioni che permetteranno di abbattere le emissioni senza sacrificare in alcun modo le prestazioni, anzi. E oltre alla pulizia dei fumi con nuovi innovativi scrubber ci sarà anche la possibilità di passare dall’alimentazione tradizionale a quella a gas naturale Gnl, un po’ come avviene per le auto ibride”.

La nuova Moby Fantasy, esattamente come la gemella che sarà costruita a distanza di sei mesi sempre a Guangzhou, ha numeri da record per il mercato italiano ma la rende comunque adatta all’ingresso in tutti i maggiori porti del nostro Paese: 237 metri di lunghezza per 32 di larghezza e una stazza di 69.500 tonnellate, per trasportare fino a 2.500 passeggeri e 1.300 automobili, con 550 cabine tutte con standard da nave da crociera. Il motore avrà una potenza di 10,8 megawatt, per una velocità di crociera di 23,5 nodi, con punte di 25 nodi. C’è anche un’altra novità nel design che cambierà ulteriormente il concetto di traghetto in Italia: tre portelloni con una progettazione che permetterà di ridurre moltissimo i tempi per le operazioni di imbarco e di sbarco.

“Sono davvero orgoglioso di questo taglio della lamiera con cui prosegue il piano di sviluppo della nostra Compagnia, in perfetta tabella di marcia con i tempi che fissammo lo scorso anno al momento della firma ufficiale del contratto con i cantieri cinesi GSI. Un momento importante perché, di fatto, ha inaugurato la Via della Seta fra Italia e Cina” spiega Achille Onorato, amministratore delegato di Moby. “I due traghetti in costruzione a Guangzhou saranno i più grandi e i più ecologicamente compatibili del mondo nella loro categoria e abbiamo già deciso che Moby Fantasy, che entrerà in linea nel 2022, sarà dedicata alle tratte da e per la Sardegna, isola con cui il legame della nostra famiglia è sempre stato fortissimo, fin dalla prima delle nostre cinque generazioni di armatori. E, in fondo, la notizia del taglio della prima lamiera della Moby Fantasy, che davvero sarà un traghetto con tutte le caratteristiche delle navi da crociera, coincide oggi con tre momenti di festa: il 2 giugno per la Festa della Repubblica, il ritorno verso il recupero della nostra quotidianità e del piacere di stare insieme certificato domani dalla ripresa del movimento fra le regioni e, contestualmente, il vero inizio della stagione estiva di Moby, Tirrenia e Toremar per raggiungere in assoluta sicurezza le più belle spiagge italiane, tutte servite dalle nostre navi”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY