Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Primato per il Rina: prima ispezione e visita di classe condotta in remoto con un drone

Per la prima volta nella storia le ispezioni per poter convalidare la certificazione statutaria e quella di classe di una nave, entrambe obbligatorie per poter navigare, sono state compiute in remoto. L’annuncio è arrivato dal Rina che, grazie alla sua tecnologia in live streaming, ha portato a termine con successo le verifiche necessarie sulla porta rinfuse Cielo di Gaspesie di proprietà del Gruppo d’Amico e, con il benestare dell’Autorità di bandiera della Liberia, ha convalidato i certificati alla nave.

La Società di Classifica ha verificato per conto del Liberian International Ship & Corporate Registry (Liscr) lo scafo e l’apparato motore. Inoltre, poiché la nave è soggetta al programma avanzato di ispezioni stabilito dal Codice Internazionale ESP, ha verificato, tramite ispezioni ravvicinate come richiesto dalla normativa, le casse di zavorra e le stive di carico, anche con l’utilizzo di droni.

“La scelta del registro liberiano di autorizzare l’uso delle remote inspection potrebbe essere presto adottata anche da altre autorità di bandiera” fatto sapere il Rina.

Al completamento della visita, la Cielo di Gaspesie ha ricevuto da Rina anche la nuova notazione addizionale di classe “Remote” che identifica le navi dotate degli strumenti adeguati e del personale formato per essere ispezionate in remoto.

Paolo Moretti, amministratore delegato di Rina Services, ha dichiarato: “Il settore dello shipping sta attraversando un cambiamento permanente. L’emergenza Covid-19 ha accelerato la già crescente domanda di servizi in remoto. Dall’inizio della pandemia, la richiesta di questo servizio è triplicata rispetto al periodo precedente. Grazie alla nostra app e alla tecnologia in live streaming, non solo si garantisce la sicurezza, ma anche si ottimizza il tempo impiegato per le ispezioni. Le tecnologie utilizzate in remoto raggiungono un livello di dettaglio superiore a quello dell’occhio umano e consentono agli specialisti di Rina a terra di effettuare un’ispezione della nave ancora più accurata”.

Alfonso Castillero, direttore operativo di Liberian International Ship and Corporate Registry, a sua volta ha così commentato: “Siamo felici di aver lavorato al fianco di Rina su questo progetto e vogliamo ringraziare l’azienda per l’ottimo lavoro che sta compiendo con un approccio a 360 gradi, ma sempre mirato alla concretezza, particolarmente necessaria in un momento in cui il settore marittimo fronteggia restrizioni a livello globale”.

L’armatore Salvatore d’Amico, direttore flotta per d’Amico Società di Navigazione, si è detto onorato che “le prime remote inspection al mondo per poter convalidare la certificazione statutaria e quella di classe siano state eseguite su una delle nostre navi, la porta rinfuse Cielo di Gaspesie. Il rapporto pluriennale con il Rina e con il Liscs sta portando a ottimi risultati utili per tutta l’industria dello shipping”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY