Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Aumento di capitale e riavvio della linea su Porto Torres per Grendi

Rafforzamento delle rotte commerciali con la Sardegna, capitalizzazione e sempre maggiore trasparenza: sono queste le iniziative intraprese dal Gruppo Grendi per contribuire alla ripartenza.

La società controllata dalla famiglia Musso ha infatti annunciato che da sabato prossimo (13 giugno) riprende la programmazione settimanale del collegamento merci Marina di Carrara – Porto Torres inaugurato lo scorso febbraio. In particolare la nave ro-ro Severine partirà da Marina di Carrara ogni sabato sera alle 24:00 con arrivo a Porto Torres domenica alle 12 Il rientro da Porto Torres, invece, è alle ore 17 di domenica con arrivo alle 08 a Marina di Carrara.

“Le conseguenze economiche della pandemia sull’economia del mare e sui porti commerciali italiani sono pesanti: secondo alcuni studi il calo del traffico dei container quest’anno sarà nell’ordine del 20-30% per quasi tutti i porti italiani. In questo scenario il Gruppo Grendi continua a puntare sullo sviluppo dell’economia della Sardegna e, insieme al tradizionale collegamento marittimo operato con Cagliari spinge sulla rotta inaugurata quest’anno a nord con Porto Torres” ha dichiarato Antonio Musso, amministratore delegato di Grendi Trasporti Marittimi.

Tra le ultime iniziative messe a segno dal Gruppo Grendi per rafforzare la sua offerta vi sono anche un’operazione di capitalizzazione e la certificazione volontaria del bilancio. Più in dettaglio, sempre secondo quanto roso noto dalla società, nel corso del mese di maggio il Gruppo Grendi ha aumentato il capitale sociale di Grendi Trasporti Marittimi da euro 1,5 a 2 milioni di euro (mediante utilizzo della riserva straordinaria e senza modifiche nella compagine azionaria) e ha ottenuto la certificazione volontaria di bilancio, per tutto il Gruppo, per l’esercizio 2019 dalla società di revisione Mazars Italia SpA.

“In un momento di congiuntura difficile e trasversale a tutti i settori la decisione di capitalizzare il nostro gruppo è un chiaro segnale della volontà di portare avanti il progetto aziendale di sviluppo dei trasporti per linee marittime e terrestri e dell’attività logistica: nel mese di febbraio abbiamo portato a 8 le partenze settimanali sulla tratta Cagliari – Marina di Carrara, a cui si aggiunge ora il servizio settimanale su Porto Torres” ha aggiunto ancora Antonio Musso.

Che ha concluso dicendo: “La certificazione volontaria di bilancio rende manifesto uno dei valori che connota da sempre l’attività di questo gruppo che ha quasi due secoli di storia: la trasparenza. In questo caso è relativa all’informativa che diamo all’esterno: ai nostri clienti, ai fornitori e anche a tutti coloro che lavorano nel gruppo e che ci hanno permesso di raggiungere questi risultati”.