Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Hapag Lloyd e Cma Cgm annunciano rincari sui container in export dai porti liguri

Le compagnie di navigazione Hapag Lloyd e Cma Cgm hanno appena annunciato rincari sui noli che in parte riguardano direttamente anche il mercato italiano.

Il vettore marittimo francese ha già iniziato ad applicare un sovrapprezzo sul peso extra ai container in export dal porto di La Spezia e diretti in Estremo Oriente. Più nello specifico si tratta di 100 dollari per ogni container dry da 20′ il cui peso sia uguale o superiore a 18 tonnellate.

Anche Hapag Lloyd ha annunciato un rincari dei noli a partire dal prossimo 1 luglio per i container in export dal porto di Genova e diretti in Medio Oriente. Più precisamente dal capoluogo ligure agli Emirati Arabi (Jebel Ali) il nolo base di un container da 20′ passa da 464 a 639 dollari mentre un 40′ da 550 sale a 900 dollari. Per la rotta Genova – Nhava Sheva, invece, il nolo di un Teu passa da 391 a 566 dollari mentre per un Feu la rata sarà incrementata da 518 a 868 dollari. i rincari riguarderanno anche i reefer con aumenti rispettivamente di 200 e di 400 dollari per i container da 20′ e da 40′.

Sempre Hapag Lloyd ha inoltre reso noto che ancora per la settimana n.27 (quella di lunedì 29 giugno) la rotazione del servizio Indian Subcontinent Mediterranean Express (Imx) il porto di La Spezia sarà escluso dalla rotazione mentre quello di Genova rimane. Il vettore tedesco spiega che lo scalo ligure sarà servito in transhipment attraverso il Pireo o Barcellona ma in realtà importatori ed esportatori hanno la convenienza, quando possibile, a sfruttare la toccata diretta nel vicino porto di Genova.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY