Il quotidiano on-line del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Battaglia legale fra RR Panfido e Rimorchiatori Mediterranei per l’8% di Rimorchiatori Napoletani



La notizia, rivelata nei giorni scorsi da SHIPPING ITALY, che Rimorchiatori Mediterranei ha recentemente rilevato una quota azionaria di poco inferiore al 9% di Rimorchiatori Napoletani, ha scatenato la reazione stizzita di Rimorchiatori Riuniti Panfido & C.

In una nota firmata dal presidente Davide Calderan si legge infatti: “Su alcune testate giornalistiche sono state riportate dichiarazioni del rappresentante della società Rimorchiatori Mediterranei, Gregorio Gavarone, supportate da informazioni che non solo non corrispondono al vero, ma risultano fuorvianti della realtà riguardo l’assetto societario della società Rimorchiatori Napoletani”. Per dovere di chiarezza le informazioni in questione riportate da SHIPPING ITALY, e riguardanti l’assetto azionario di Rimorchiatori Napoletani, sono quelle che risultano ufficialmente dalla visura camerale effettuata.

La nota di Calderan aggiune: “La Rimorchiatori Riuniti Panfido è l’azionista di maggioranza relativa della Rimorchiatori Napoletani con una quota del 11,9%, partita da un pacchetto di acquisizione iniziale del 7,6%, né é in discussione alcuna quota acquisita. Da tempo la Rimorchiatori Mediterranei sta tentando di comprare un pacchetto di azioni pari all’8,3% della Rimorchiatori Napoletani, la cui compravendita non si è ancora perfezionata in quanto contestata dalla Rimorchiatori Riunti Panfido e ora in attesa di giudizio arbitrale”.

A commento dell’articolo di SHIPPING ITALY anche il presidente di Rimorchiatori Napoletani, Gianni Andrea De Domenico, aveva commentato la ricostruzione degli assetti azionari dicendo: “Credo ci sia una sottostima della quota detenuta dalla Rimorchiatori Riuniti Panfido che, in attesa che si pronuncino gli arbitri di alcune operazioni di compravendita in contestazione, detiene una quota di euro 174.120 sul totale del capitale sociale di 1.549.444 (pari quindi a circa il 11,24%)”.