Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Dietrofront sulle crociere in Norvegia dopo un focolaio di Covid-19 su una nave Hurtigruten

Mentre l’Italia si appresta a far ripartire le crociere, la Norvegia le blocca in seguito a un focolaio di Covid-19 scoppiato a bordo della nave Roald Amundsen. Gli itinerari di Hurtigruten, ora sospesi anche dalla compagnia, erano stati autorizzata da fine giugno per i cittadini norvegesi che navigano all’interno del paese e da metà luglio erano ripresi normalmente gli itinerari ‘expedition’.

Secondo quanto comunicato dal ministro della Salute norvegese, il paese ha ora ordinato una sospensione iniziale di 14 giorni per le navi da crociera con 100 o più passeggeri a bordo. I traghetti costieri norvegesi, così come i viaggi attraverso il Mare del Nord verso l’Europa, tuttavia, non sono stati inclusi in questa sospensione. Durante questo periodo le autorità preposte indagheranno sull’accaduto a bordo della Hurtigruten mentre i funzionari sanitari stanno conducendo una ricerca di contatti per cercare di contenere il focolaio. “Abbiamo commesso degli errori e in questo caso abbiamo fallito. Pensavamo di essere pronti a iniziare la crociera della spedizione e di essere ben preparati” ha detto l’amministratore delegato della Hurtigruten, Daniel Skjeldam, ai giornalisti riuniti a Oslo.

Skjeldam ha detto che, sulla base di ciò che la compagnia ha potuto comprendere, le regole di quarantena per gli equipaggi stranieri impiegato sulle crociere nei fiordi non sono state seguite. A questo proposito ha aggiunto che sono state prese decisioni sbagliate e ha ipotizzato che, se le procedure fossero state seguite, avrebbero potuto evitare un’epidemia a bordo. Un totale di 36 membri dell’equipaggio a bordo del Roald Amundsen sono attualmente risultati positivi al Covid-19, tra cui 33 membri dell’equipaggio filippino e un cittadino norvegese, uno tedesco e uno francese. Quattro membri dell’equipaggio sono stati inviati in un ospedale locale quando l’epidemia è stata scoperta per la prima volta, mentre i restanti 32 sono in quarantena sulla nave. Altri 122 membri dell’equipaggio sono risultati negativi al test, ma sono anch’essi stati messi in quarantena sulla nave. Cinque passeggeri sono risultati positivi anche al Covid-19, mentre la Hurtigruten e le autorità sanitarie norvegesi stanno lavorando per contattare tutti i passeggeri che erano sulle due crociere nell’Artico. Secondo la compagnia, c’erano 209 passeggeri nella crociera del 17 luglio e altri 178 nella crociera del 24 luglio. Circa 60 dei passeggeri della seconda crociera sono rimasti a Tromso dopo lo sbarco e sono in quarantena, mentre i rimanenti sono stati istruiti, secondo i regolamenti norvegesi, all’autoquarantena. La compagnia riferisce che un “gran numero” non specificato di passeggeri è risultato finora negativo.

La Roald Amundsen rimane in quarantena e le sue future crociere sono state annullate. La Hurtigruten ha anche annullato le crociere della spedizione artica sulla Spitsbergen e le crociere della spedizione sulla Fridtjof Nansen, che era partita dalla Germania. Continuano invece i viaggi costieri norvegesi della Hurtigruten tra Bergen e Kirkenes.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY