Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Morto un operaio al terminal Mct di Gioia Tauro

Un uomo di 35 anni, D.Z.,è morto in un incidente sul lavoro avvenuto all’interno dell’area del terminal container di Gioia Tauro. La persona deceduta era un addetto alla manutenzione di mezzi meccanici, alle dipendenze di una società esterna.

Da quanto si è potuto apprendere, ma al momento si tratta solo di ipotesi perché la dinamica è al vaglio degli investigatori, il ventottenne stava effettuando dei lavori su un pullman di quelli utilizzati per il trasporto del personale quando, per cause in corso di accertamento, o il mezzo potrebbe essersi inspiegabilmente mosso travolgendolo senza lasciargli scampo o la vittima sarebbe stata investita dall’improvviso arrivo di un altro mezzo. L’uomo deceduto lavorava con la società Lam che si occupa della manutenzione dei bus e dei mezzi che si occupano del trasporto del personale all’interno del terminal Mct.

Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia di Stato e personale della Capitaneria di porto assieme ai vigili del fuoco. L’ area dove è avvenuto l’incidente è stata delimitata per effettuare i rilievi utili alla ricostruzione dell’accaduto.

L’Autorità portuale di Gioia Tauro ha diramato una nota nella quale si legge:  “Il commissario Agostineli esprime il proprio cordoglio e la propria vicinanza nei confronti dei familiari e dei colleghi di D. Z., che questa mattina ha tragicamente perso la vita, a causa di un incidente all’interno dell’area portuale in concessione al terminalista Med Center Terminal Container. Nel contempo, gli uffici preposti dell’Ente hanno, immediatamente, attivato le procedure di controllo per verificare se siano state osservate tutte le misure di sicurezza in materia”.

“E’ il secondo, e per certi versi sconcertante, incidente sul lavoro, che si verifica nel giro di un anno nel porto di Gioia Tauro” ha dichiarato il commissario straordinario Andrea Agostinelli. “Credo che la circostanza imponga una elementare riflessione, affinchè certe tragedie non si verifichino più, a maggior ragione nello stesso periodo in cui l’azienda e tutte le sue maestranze hanno dimostrato forte impegno e pieno rispetto delle norme anti covid-19. A tale proposito, faremo le valutazioni opportune nel momento in cui sarà chiara la dinamica dell’incidente, ma ricordo a me stesso che la sicurezza e il rispetto della vita umana hanno la priorità su tutto”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY