Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Container in Europa nel 2020: per Gioia Tauro un balzo in avanti e Genova recupera su Barcellona

Nel primo semestre del 2020 i due principali scali italiani per la movimentazione di container, vale a dire Genova (porto gateway) e Gioia tauro (hub di transhipment), hanno fato meglio dei rispettivi competitor nel Mediterraneo.

Secondo quanto appare nella classifica appena pubblicata da Port Economics che mette a confronto le performance dei primi 15 porti continentali dal 1 gennaio al 30 giugno, Gioia Tauro spicca per essere l’unico fra i maggiori scali europei a crescere ma anche per il valore del suo progresso in termini percentuali. Port Economics, prendendo in esame solo il primo trimestre dell’anno, riporta un +52,5% ma in realtà il semestre si è chiuso con un più modesto (causa Covid-19) seppure onorevole +38,7%. I Teu imbarcati e sbarcati sono stati quasi 1,5 milioni

Nel semestre lo scalo calabrese ha fato notevolmente meglio rispetto agli altri principali hub di transhipment europei come Pireo (-6,2%) e Algeciras (-1,5%). I risultati del terminal di Malta al momento non sono disponibili.

Nel porto di Genova il traffico container è invece diminuito del 13,8% in termini di Teu imbarcati e sbarcati, una flessione significativa ma comunque inferiore rispetto ad esempio a Barcellona dove il calo è arrivato al -20,5%, mentre a Valencia si è limitato a un -9,1%. Rispetto al consuntivo 2019 il capoluogo ligure torna così ad accorciare le distanze rispetto alle banchine dello scalo catalano nella speciale classifica dei big del Mediterraneo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY