Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Nuovi incarichi e prime reachstacker al terminal Bettolo di Genova

Sta prendendo sempre più forma il nuovo terminal container sorto su Calata Bettolo nel porto di Genova. Lo dimostrano l’arrivo delle attrezzature in banchina e le nomine nei ruoli apicali all’interno della società Bettolo Srl.

Dopo il montaggio della prima gru mobile di banchina Konecranes – Gottwald, sul piazzale sono comparsi anche i primi reachstacker che il terminalista controllato al 65% da Itaterminaux e partecipato al 35% da Terminal Investment Limited (entrambe sono società riconducibili al Gruppo Msc) utilizzerà per movimentare i container sul piazzale. Si tratta di due moderni macchinari prodotti e consegnati dalla società piacentina Cvs Ferrari.

A conferma dell’imminente partenza delle attività presso la nuova banchina del porto di Genova, Terminal Investment Limited (Til), il braccio terminalistico del Gruppo Msc, ha provveduto ad assegnare a Pierluigi Tammaro il ruolo di Terminal operation manager. Tammaro per oltre 20 anni ha ricoperto questo stesso ruolo anche al Roma Terminal Container di Civitavecchia (sempre controllato da Til).

Oltre a lui da mesi lavorano per il definitivo completamento e per l’avvio operativo del terminal anche Stefano Negrini, direttore tecnico e responsabile per IT e automazione, e una vecchia conoscenza della portualità italiana che risponde al nome di Pietro Davide Margorani. Quest’ultima fino a pochi anni fa è stato segretario generale dell’Autorità portuale di Ravenna (durante la presidenza Galliano Di Marco) e prima ancora amministartore delegato di Terminal Rinfuse Italia provenendo da una precedente esperienza in Italcementi come direttore acquisti e logistica. E’ probabile che sarà affidata a lui, sotto la supervisione di Paolo Maccarini (responsabile Til per l’Italia), la guida del nuovo terminal container genovese attualmente presieduto da Franco Zuccarino.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY