Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Valgono oltre 1 miliardo le opere proposte dai porti di Genova e Savona per il Recovery Fund

Vale un miliardo il pacchetto di opere che l’Autorità portuale del Mar Ligure Occidentale (quella che governa gli scali di Genova e Savona) propone per ottenere supporto finanziario dal Recovery fund europeo.

Circa 600 milioni per la costruzione della nuova diga foranea del porto di Genova, il cui progetto di fattibilità dovrebbe essere completato entro la fine dell’anno con i lavori che dovrebbero partire a novembre 2022, altri 400 milioni per le opere e i progetti di potenziamento dell’ultimo miglio stradale e ferroviario e per la sostenibilità ambientale e l’accessibilità nautica.

Oltre a ciò ci sono 50 milioni per l’elettrificazione delle banchine del polo passeggeri di Genova e quello di Savona.

L’Adsp ha già inviato al Ministero dei Trasporti le relative schede e il capitolo porto farà parte del pacchetto complessivo di opere e infrastrutture finanziabili dal Recovery fund che la Regione Liguria trasmetterà al governo nei prossimi giorni.