Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Disavventura per una nave italiana in mezzo al Mediterraneo



Nei giorni scorsi una nave general cargo battente bandiera italiana è stata protagonista di un incidente avvenuto a bordo che ha riguardato un marittimo per il quale è stato necessario organizzare un trasferimento in ospedale con l’elicottero.

Lo riporta Maritime Bulletin spiegando che il fatto è avvenuto a bordo della nave Cristin di proprietà della società partenopea Mgd Shipping che fa capo all’armatore Vincenzo Lubrano Lobianco. Secondo le prime ricostruzioni un membro dell’equipaggio sarebbe rimasto ferito in modo serio in sala macchine mentre la nave era in viaggio fra il porto egiziano di Damietta e quello italiano di Barletta con a bordo un carico di fertilizzanti.

A seguito dell’accaduto la nave aveva fermato temporaneamente il suo viaggio e per il marittimo è stato organizzato il trasferimento in ospedale a Creta grazie all’intervento di un elicottero messo a disposizione delle autorità greche. Che tipo di incidente sia avvenuto a bordo al momento non è stato specificato; Maritime Bulletin ipotizza una piccola esplosione.

La nave, che oggi arriverà a Barletta, è una piccola general cargo da 7.300 tonnellate di portata lorda costruita nel 2008 dal cantiere cinese Universe Shipbuilding. Mgd Shipping, oltre a questa unità ribattezzata Cristin, controlla anche un’altra nave multipurpose da 18.500 tonnellate di portata chiamata Ambra e battente bandiera maltese.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY