Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Il Gruppo Carnival porta a 18 il numero di navi destinate alla dismissione



Non più 13, come annunciato nei mesi scorsi, ma 18 saranno le navi da crociera che il gruppo Carnival Corporation (che in Italia controlla il marchio Costa Crociere) si appresta a dismettere. Lo ha reso noto oggi la stessa Carnival con una nota in cui spiega che ha deciso di accelerare l’uscita dalla flotta delle sue unità meno efficienti e più datate. Dallo scoppio della pandemia di coronavirus a oggi sono già 8 le navi dismesse, alcune delle quali cedute ad altri operatori e le altre avviate alla demolizione.

“In totale queste 18 navi rappresentano il 12% della capacità del gruppo pre-pandemia e solo il 3% dei ricavi operativi nel 2019” ha spiegato Carnival, lasciando così intendere che questa scelta non dovrebbe ridurre le entrate attese quando sarà possibile far ripartire tutti i propri marchi.

“Considerando l’uscita dalla flotta di queste 18 navi e l’arrivo delle nuove costruzioni programmate per la consegna fino al 2022, la lotta Carnival sarà più efficiente con una capacità media (in termini di letti) per nave cresciuta del 13% circa e un’età media del naviglio di 12 anni” informa ancora la corporation americana.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY