Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Consegnato da Damen il nuovo rimorchiatore di Con.Tug alla presenza della ministra dei Trasporti

Nel porto di Gioia Tauro è andata in scena oggi la cerimonia di battesimo del nuovo rimorchiatore Gioia Star consegnato dal gruppo navalmeccanico olandese Damen a Con.Tug, società partecipata da Scafi e da Til, concessionaria del servizio di rimorchio nel porto calabrese. Alla cerimonia era presente la ministra alle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli.

Come specificato dalla stessa Damen in un’apposita nota. si tratta di un rimorchiatore Asd Tug 2813 con attrezzature antinquinamento ‘oil recovery‘, antincendio FireFighting 1 e una capacità di tiro al punto fisso pari a 85 tonnellate. Giunto nel porto di Gioia Tauro a bordo di una nave multipurpose di Sal, il rimorchiatore era stato ordinato nella prima parte del 2020 ed è  stato materialmente costruito in Vietnam.

Antonio Marte, area manager anche per il Sud Europa di Damen, ha commentato questa consegna sottolineando l’importanza di Gioia Tauro come hub di transhipment di container e l’importanza di avere un rimorchiatore top di gamma per le sue performance al fine di consentire l’ormeggio con la massima sicurezza ed efficienza delle navi da 24.000  Teu che regolarmente scalano il Medcenter Container Terminal.

Questo il commento pubblicato su Facebook dalla ministra De Micheli dopo la cerimonia di battesimo: “Dal Mediterraneo un container potrà viaggiare fino al cuore dell’Europa a costi ridotti e in tempi tagliati del 40 per cento: un grande vantaggio competitivo per le imprese e una leva fondamentale per lo sviluppo economico del nostro Paese. È l’obiettivo che vogliamo perseguire con grande determinazione e con gli investimenti che abbiamo ribadito oggi dal porto di Gioia Tauro, in occasione dell’inaugurazione del rimorchiatore Gioia Star. Da una realtà portuale viva, in cima alla classifica dei porti italiani per il traffico di container, e con una capacità di competere rinnovata nei confronti chi esporta soprattutto nel Nord Europa”.

Poi ha aggiunto: “Su questo scalo stiamo realizzando investimenti di rilievo: la realizzazione del nuovo bacino di carenaggio, l’ultimazione dei lavori alla banchina di ponente e il nuovo terminal intermodale che collega il porto alla stazione ferroviaria di Rosarno. La strada della crescita sostenibile ed equa del Sud passa per le ingenti risorse investite per far compiere nei prossimi anni un salto di qualità a tutta la portualità, per accelerare sull’intermodalità e lo spostamento sul ferro delle merci”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY