Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Regolarmente approdato a Sète il traghetto Gnv Atlas con casi di Covid a bordo

Nelle ultime ore in Italia si è diffusa la notizia che un traghetto di Grandi Navi Veloci che collega Nador, in Marocco, con la città francese di Sète si sarebbe visto rifiutare il permesso di attraccare al porto di destinazione europeo. Il motivo sarebbe la presenza di alcuni contagiati da Covid fra le oltre 400 persone imbarcate. Media francesi, ripresi poi dai siti online di alcuni giornali italiani, hanno riferito che la nave avrebbe deciso di fare rotta verso il porto di Genova saltando quindi lo scalo nel sud della Francia.

A fare chiarezza è intervenuta la stessa Gnv spiegando invece che il traghetto diretto in Francia ha fatto scalo “come da programma presso il porto francese dì Sète”. Sulla nave Gnv Atlas che intorno alle 16 è giunta a destinazione, “stanno viaggiando 430 passeggeri: le procedure di screening sistematico implementate dalla compagnia hanno consentito di individuare 5 casi asintomatici positivi a bordo, posti immediatamente in isolamento cautelativo come da prassi. Le autorità francesi – prosegue la nota della Gnv -, considerata la situazione epidemiologica locale, hanno richiesto l’implementazione di particolari procedure pre-sbarco. La compagnia in coordinamento con le Autorità preposte sta approntando tali misure. Su ciascun viaggio da e per il Marocco, inoltre – rende noto Gnv -, imbarca un’equipe medica con laboratorio che procede a ulteriore test molecolari di tutti i passeggeri durante la navigazione”.

Nessun caso di nave italiana ‘rifiutata’ da un porto francese dunque.

Sempre a proposito di Grandi Navi Veloci sono attualmente ancora in servizio i cinque traghetti ‘arruolati’ dal Viminale come navi per ospitare i migranti in quarantena. Il Rhapsody si trova attualmente nel porto di Bari, Gnv Azzurra ad Augusta, così come l’Aurelia, Snav Adriatico si trova invece a Trapani e infine Gnv Allegra è a Lampedusa.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY