Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Contagi al porto di Gioia Tauro: la port authority chiede tamponi per evitare il blocco dell’attività

“L’Autorità portuale di Gioia Tauro sta seguendo con la massima attenzione le preoccupazioni che i lavoratori e le organizzazioni sindacali stanno manifestando intorno a un possibile incremento dei contagi da Covid-19”. Inizia con queste parole la comunicazione con cui l’Ente ha informato che il commissario straordinario Andrea Agostinelli nei giorni scorsi ha convocato il Comitato dell’ordine e della sicurezza per fare il punto della situazione.

Nel corso della riunione è stata manifestata l’esigenza di effettuare un mirato screening dell’intera area portuale, affinché si possano, di conseguenza, adottare le necessarie determinazioni per contenere la diffusione dei contagi. Obiettivo dell’Autorità portuale è quello di garantire la continuità delle attività lavorative dello scalo, assicurando però le necessarie condizioni di massima sicurezza degli ambienti di lavoro, così come richiesto dalle linee guida e dai successivi protocolli adottati in materia di contenimento della
diffusione del nuovo coronavirus.

“A tale proposito – si legge nella nota – l’Autorità portuale ha, in diverse occasioni sia a marzo scorso che in questi giorni, sensibilizzato la Regione Calabria, affinché si faccia carico dell’attività di screening dell’intera comunità portuale, in modo da tracciare la diffusione dell’epidemia per non dover rischiare di bloccare l’operatività dello scalo. Nel contempo, nella giornata odierna, l’Ente ha invitato i terminalisti e tutte le aziende che operano in porto ad effettuare i tamponi ai propri dipendenti, che giustamente manifestano, in misura prioritaria, la salvaguardia della propria salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY