Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Continuità territoriale marittima: due rotte a gara e altre tre non saranno sovvenzionate

Dal dicastero romano guidato da Paola De Micheli sono arrivate le prime indicazioni sul prossimo rinnovo dalla convenzione pubblica per la continuità territoriale marittima.

“Dopo una lunga interlocuzione con l’Ue, la Commissione europea condivide il percorso proposto dal Mit per garantire la continuità territoriale marittima. Le esigenze di servizio pubblico relative a tre collegamenti oggetto della convenzione con Cin S.p.A. saranno garantite dal libero mercato” spiega una nota. “A seguito dell’attività istruttoria svolta dal Mit è emerso infatti che sulle linee Napoli – Palermo (merci e passeggeri), Ravenna – Catania e Livorno – Cagliari (solo merci) la libera iniziativa economica è idonea a garantire le esigenze di servizio pubblico e non sussiste più la necessità di mantenere in vita misure di intervento pubblico”.

Secondo il Ministero i risultati preliminari del market test hanno invece dimostrato “la necessità di continuare a intervenire per garantire lo svolgimento dei servizi sulla linea di collegamento con le isole Tremiti e sulla linea Civitavecchia – Cagliari – Arbatax, dove permangono condizioni di fallimento di mercato. Le relative procedure di gara dei contratti di servizio saranno bandite in tempi brevi, in modo da aggiudicare i servizi entro i termini previsti dalla legge di proroga”.

Per le altre linee di collegamento sono in corso ulteriori approfondimenti “per individuare il modello migliore di gestione delle esigenze di servizio pubblico”. Entro il 15 dicembre il Mit invierà gli esiti definitivi dell’indagine alla Commissione Europea, all’Autorità di Regolazione dei Trasporti e all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Pochi minuti dopo la comunicazione del Ministero dei Trasporti, Tirrenia Cin (Compagnia Italiana di Navigazione) ha fatto sapere che sospenderà il 3 dicembre le cinque linee per cui lo stop era stato già annunciato per domani 1 dicembre.

“Prendendo atto del comunicato del Mit, e accogliendo con favore il percorso intrapreso, che porterà alla nuova e indispensabile gara per i collegamenti in continuità territoriale per la Sardegna e le isole Tremiti, rimaniamo invece in attesa di risposte circa la proroga al 28 febbraio p.v. che stiamo operando, in assenza di coperture dal 18 luglio u.s. sulla parola e con grande senso di responsabilità verso la Sardegna che colleghiamo dal 1880 e verso i nostri 6.000 collaboratori.
Alla luce di quanto sopra, delle esigenze del Mit e soprattutto dell’emergenza dovuta all’alluvione in Sardegna confermiamo tutti i collegamenti fino a giovedì 3 dicembre p.v. auspicandoci che questo tempo, per noi ormai non più prorogabile, sia sufficiente al Ministero per dare le risposte che la società, i suoi collaboratori e i territori coinvolti stanno  chiedendo dal luglio scorso”.

Il via libera da Bruxelles di cui parla il Mit nella sua nota potrebbe infatti sbloccare anche la proroga della convenzione pubblica prevista dal decreto Rilancio e prevista fino a fine febbraio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY