Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Samer e Ulusoy si aggiudicano l’ex compendio Fratelli Prioglio di Prosecco

È stato aggiudicato a Timt (il Trieste Intermodal Maritime Terminal, in cui sono soci Ulusoy, con il 55%, e Samer con il restante 45%) l’ex compendio di Prosecco di Fratelli Prioglio in liquidazione.
A darne notizia è Il Piccolo, secondo il quale l’operazione si è conclusa a favore della società italo-turca, attiva nella banchina tra i moli VII e VI dello scalo giuliano, per un prezzo di poco superiore al milione di euro. La relativa asta senza incanto, che si è svolta lo scorso 10 marzo, prevedeva un prezzo base di 1,374 milioni di euro e un minimo di 1,031.

Il compendio, esteso su 45mila metri quadrati, è situato a Stazione di Prosecco, località nel comune di Sgonico, ed è inattivo da alcuni anni. Nel comprensorio trovano spazio una decina di edifici, tra i quali uffici e magazzini, il cui stato è descritto come scadente per quel che riguarda gli esterni e sufficiente per gli interni.

Considerata la presenza nelle vicinanze di presidi di Guardia di finanza e Agenzia delle Dogane, e di un collegamento ferroviario, è facile ipotizzare che alle spalle dell’acquisizione vi possa essere il progetto di riqualificare il compendio in funzione retroportuale, come peraltro supposto dalla stessa testata triestina, che al riguardo parla di una “operazione di più ampio respiro” che vedrà coinvolto anche l’interporto di Fernetti e la stessa Autorità di Sistema Portuale dello scalo.

Già un anno fa Jans Pieder Nielsen, numero uno di Samer Seaports & Terminals, aveva rivelato a SHIPPING ITALY l’interesse a trovare nuovi spazi retroportuali a Trieste.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY