Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Scalisi (Lsct): “Record di movimentazione container su una nave e, forse, una nuova normalità”

Il La Spezia Container Terminal ha appena messo a segno un record di movimentazione su una singola nave lavorata. Si tratta della portacontainer Msc Altamira da quasi 9.000 Teu di capacità sulla quale, fra il 20 e il 22 marzo, il terminal operator controllato da Contship Italia e partecipato da Msc ha imbarcato e sbarcato 7.345 Teu.

A SHIPPING ITALY l’amministratore delegato di Lsct, Alfredo Scalisi, ha spiegato che “questo nuovo record di movimenti è avvenuto nell’arco di 54 ore e con cinque mani di gru operative facendo registrare ottime performance in termini di produttività”. Il primato precedente risaliva al 2018 ed era di 6.109 Teu imbarcati e sbarcati dalla nave Manhattan Bridge.

A conferma dei picchi di movimentazione sempre più frequenti Scalisi ha aggiunto che “lo scorso 28 marzo su un’altra portacontainer sono stati sbarcati e imbarcati 6.371 Teu”. Nell’ultimo periodo, anche prima del blocco di Suez, la tendenza da parte di alcuni carrier è stata quella di concentrare in un numero minore di scali un volume di movimenti di container maggiore rispetto ai numeri del passato. “Lo stesso avverrà nei prossimi giorni quando riceveremo la serie di navi rimaste in coda per il blocco del canale” ha aggiunto l’a.d. di Lsct secondo il quale dalla seconda metà di aprile in poi la situazione dovrebbe tornare ad assestarsi. Scalisi si domanda però “quale sarà la nuova normalità?”. Linee container come le abbiamo viste fino a un anno fa oppure rotazioni che premiano un numero più limitato di scali dove effettuare però picchi più elevati di imbarchi e sbarchi? Già le prossime settimane potrebbero dare alcune indicazioni importanti per trovare la risposta.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY