Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Eni conta di far partire da Damietta 40 carichi di Gnl durante il 2021

Dal momento della sua riattivazione, avvenuta lo scorso febbraio, ad oggi sono 9 i carichi di Gnl già partiti via nave dall’impianto di liquefazione Eni di Damietta, in Egitto. La struttura aveva fermato la sua attiivtà nel 2012 per via del calo della produzione egiziana di gas, che ha però ripreso slancio dopo la scoperta da parte della stessa azienda di San Donato di nuovi giacimenti nel paese come quelli di Zohr e Nooros.
L’impianto, con una capacità annua di 7,56 miliardi di metri cubi, è di proprietà della società Segas, società di cui la stessa Eni detiene il 50% al fianco di Egas (Egyptian Natural Gas Holding Company) con il 40% e di Egpc (Egyptian General Petroleum Corporation) con il 10%.
Secondo quanto riferito da LngPrime, nel corso della conference call relativa alla presentazione dei risultati del primo trimestre 2021, l’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi ha dichiarato inoltre che la società prevede di “mantenere la produzione stabile durante il resto dell’anno” per un totale di “40 carichi durante l’intero anno”. Cristian Signoretto, vice direttore operativo dell’area Risorse naturali di Eni ha aggiunto durante lo stesso incontro che l’attività di Damietta permetterà all’azienda di incrementare le proprie vendite di Gnl, che nel primo trimestre 2021 si sono fermate a 1,6 milioni di tonnellate, il 12% in meno rispetto ai volumi venduti nel primo trimestre 2020.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY