Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Il Governo si porta avanti con le navi quarantena: bando per altri 5 noleggi

Lo stato di emergenza per la pandemia dovrebbe terminare il 31 luglio, ma l’incertezza è grande e il Governo ha deciso di ‘mettersi a vento’ anche sul fronte navale.

Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, infatti, “in considerazione del perdurare dell’emergenza sanitaria in atto e del probabile incremento del numero dei migranti in arrivo nel periodo estivo” ha appena pubblicato un nuovo bando per la ricerca di 5 navi “funzionali all’assistenza e sorveglianza sanitaria dei migranti soccorsi in mare o giunti sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi o attraverso le frontiere terrestri”.

La procedura è analoga a quelle svolte con le stesse finalità nel corso degli ultimi 18 mesi, aggiudicate per lo più a Grandi Navi Veloci, specializzatasi in questo tipo di servizi. L’unica differenza sostanziale è che la procedura è “subordinata alla proroga dello stato di emergenza”. Qualora ciò avvenga le navi saranno tenute a entrare in servizio e raggiungere “le coste della Sicilia, della Calabria, della Sardegna o del Friuli Venezia Giulia o di altro luogo sul territorio nazionale ove si verifichi il contesto emergenziale”, dal primo agosto e fino al massimo a tutto ottobre, con possibilità di proroga fino a fine anno.

La tipologia di navi sono le stesse degli ultimi mesi, mentre due sono le fasce dimensionali dei ro-pax ammesse: si cerca una nave da 285 a 360 cabine e quattro da da 361 a 460, oltre a cabine per equipaggio. Confermate anche le condizioni economiche: la prima fascia sarà pagata 33mila euro/giorno, la seconda 36mila euro/giorno, con un ulteriore importo a misura pari a 25 euro/giorno/ospite.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY