Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Via libera ai dragaggi genovesi per le Msc World Class

I lavori per dragare la banchina di ponente di Ponte dei Mille, uno dei principali terminal di Stazioni Marittime di Genova, possono partire.

Il Consiglio di Stato, infatti, ha messo definitivamente fine a una querelle giudiziaria che si trascinava da mesi. I lavori per il consolidamento statico della banchina e l’approfondimento dei fondali, necessari a portare il pescaggio a -11 metri in modo da poter accogliere senza problemi le navi di Msc di ultima generazione (World Class, la cui prima unità dovrebbe entrare in servizio nell’autunno 2022). Erano stati aggiudicati dall’Autorità di Sistema Portuale di Genova già lo scorso autunno a un consorzio guidato da Drafinsub.

Il consorzio secondo classificato, guidato da Giuseppe Santoro, aveva però ottenuto, attraverso un ricorso, l’annullamento e l’aggiudicazione, salvo che Drafinsub era riuscita a stoppare il via all’opera appellandosi al Consiglio di Stato, malgrado il tentativo dell’ente di procedere forzando la mano.

Oggi, tuttavia, proprio il Consiglio di Stato ha pubblicato il dispositivo della sentenza di merito con cui cassa l’appello di Drafinsub, dando sostanzialmente ragione a Giuseppe Santoro e all’Adsp. Che, data la fretta di recuperare il ritardo di quasi 12 mesi, ha chiesto e ottenuto di “di avere interesse alla pubblicazione anticipata del dispositivo rispetto alla sentenza”. Per le motivazioni della sentenza occorrerà quindi attendere, ma i lavori potranno a questo punto cominciare (la previsione è per agosto, con termine nel febbraio 2022).

È invece ancora in attesa di appalto integrato un’altra opera programmata da Adsp per il potenziamento dell’infrastruttura a servizio delle crociere, vale a dire l’ampliamento del lato di levante di Ponte dei Mille, pensato anch’esso per “intercettare il traffico delle navi di nuova generazione”.

L’intervento è dall’inizio fra quelli inseriti nel piano straordinario delle opere delle Adsp, il cui aggiornamento ne ha alzato l’impegno per l’ente da 20 a 24 milioni di euro. Un incremento riconducibile, afferma Adsp, “alla necessità di estendere gli interventi sulla banchina di Calata S. Limbania, con lo scopo di consentire anche il completamento delle opere previste nell’area portuale crocieristica, tra le quali è ricompresa anche la riqualificazione dell’edificio Hennebique”.

L’ente prevede di iniziare i lavori a dicembre e finirli a maggio 2023.

A.M.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY