Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Container: Wan Hai, Oocl ed Evergreen i liner migliori dal punto di vista delle performance economico-finanziarie

Wan Hai, Oocl ed Evergreen sono le compagnie marittime attive nel trasporto container che nel 2020 hanno avuto le performance economico-finanziarie migliori. Questo, almeno, è quanto emerge dal report “Le compagnie di navigazione: un’analisi economico-finanziaria – bilanci 2020 e trimestrale 2021”, elaborato per il 6° anno consecutivo dal Centro Studi Fedespedi. La ‘classifica’ in particolare è quella che risulta da un indice sintetico che ha tenuto conto di vari parametri, utilizzati da Fedespedi per valutare la bontà dell’andamento economico-finanziario degli 11 maggiori liner al mondo (che contano per il 46% delle portacontainer e per il 68,6% in termini di Teu del totale). Tra loro naturalmente non compare Msc, che come noto non rende pubblici i suoi bilanci.

Nel dettaglio, l’indice di Fedespedi ha tenuto conto di parametri quali il return of sales (ovvero il rapporto tra Ebit e fatturato), il return on assets (Ebit/totale attivo), del return on equity (ovvero il rapporto tra utile o perdita d’esercizio e capitale proprio), il quick ratio (o indice di liquidità a breve, dato dal rapporto tra liquidità a breve e passività correnti), il rapporto tra cassa e debiti di breve periodo verso le banche, il rapporto di indebitamento bancario (ovvero debiti finanziari totali/mezzi propri), quello tra i debiti a medio e lungo periodo nei confronti delle banche rispetto alle immobilizzazioni fisse, quello tra Ebit e oneri finanziari e infine quello tra debiti finanziari a breve e lungo termine ed Ebitda.

Ipotizzando per le performance migliori un punteggio pari a 11 su ogni parametro (e quindi di 99 complessivo), l’indice pone dunque in cima alla classifica Oocl e Wan Hai (entrambe con 71). Seguono un po’ staccate, nell’ordine, Evergreen (62), Maersk (58), Yang Ming (57) e Zim (56). Considerando che la media è a 54 punti, restano al di sotto di questo valore Hapag Lloyd (52) e Cosco (49). Più distaccate le ultime compagnie, ovvero One e Cma Cgm (con 40 punti) e infine Hmm con 38.

Guardando più nel dettaglio ad alcuni indici specifici, è interessante notare che il rapporto tra redditi operativi e fatturato rimanda per tutti i vettori risultati superiori al 9,2%, eccezion fatta per One che si ferma al 2,7%. Rispetto al Roa (confronto tra il reddito operativo e l’insieme delle voci dell’attivo) spicca invece positivamente la performance di Zim (20,3%, mentre la seconda in classifica, Hmm, si ferma al 13,5%). Il liner israeliano ottiene un ottimo risultato anche rispetto al return on equity (rapporto tra reddito netto investito e capitale proprio), con un 138,2% frutto, secondo Fedespedi, di buoni risultati di bilancio e del ritorno a valori positivi, seppur contenuti, del capitale proprio. Zim risulta inoltre al primo posto per quel che riguarda il rapporto tra debiti finanziari totali e mezzi propri, nonché – ma in questo caso senza troppa differenza con gli altri vettori – relativamente a quello tra il valore dei debiti a medio e lungo periodo nei confronti delle banche e le immobilizzazioni fisse.

Relativamente al cosiddetto quick ratio e al rapporto tra cassa e debiti con banche di breve periodo il risultato migliore è di Oocl. Wan Hai è invece di gran lunga la compagnia migliore in relazione al rapporto tra Ebit e oneri finanziari, mentre Hmm infine primeggia rispetto al rapporto tra debiti finanziari a breve e lungo termine ed Ebitda, parametro utilizzato dagli analisti per valutare la sostenibilità del debito da parte di un’impresa.

Consulta il report ‘Le compagnie di navigazione: un’analisi economico-finanziaria – bilanci 2020 e trimestrale 2021’ del Centro Studi Fedespedi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY