Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Piombino Industrie Marittime: esordio sul mercato con la nave Eurocargo Trieste

Con l’inizio del 2020 per Piombino Industrie Marittime è arrivato anche il primo lavoro di riparazione navale della sua storia. Si tratta della nave ro-ro Eurocargo Trieste del Gruppo Grimaldi che lo scorso 21 novembre aveva subito un incendio a bordo appena fuori dal porto di Livorno e dovrà per questo sottoporsi a interventi di ripristino.

Lo conferma a SHIPPING ITALY l’amministratore delegato Valerio Mulas spiegando che “il cliente sta ancora valutando nel dettaglio quasi lavori fare, quindi c’è prima una fase di valutazione. Credo che si saprà qualcosa di più definito fra qualche giorno”.

Nonostante la prima commessa incassata, i motivi per festeggiare in realtà sono pochi perché il cantiere lamenta di non poter ancora operare come vorrebbe soprattutto per ritardi causati dalla burocrazia. “Il sito ha enormi potenzialità e ci sono grandi prospettive. Purtroppo la burocrazia non ci permette nemmeno di far partire i lavori per portare, a nostre spese, quei servizi essenziali quali energia e acqua” aggiunge ancora Mulas. Che infine conclude dicendo: “Permangono criticità e ci piacerebbe una maggiore presenza da parte delle istituzioni verso chi investe sul territorio e coinvolge le imprese locali”.

Nato come joint venture fra la genovese San Giorgio del Porto e il Gruppo Neri di Livorno per essere il principale polo navalmeccanico italiano dedicato alla demolizione e al riciclo delle navi, Piombino Industrie Marittime si sta proponendo sul mercato anche e soprattutto per lavori di riparazione e per la costruzione di scafi per nuove costruzioni. Prima di questo primo lavoro su una nave, al nuovo cantiere navale piombinese era stato affidato lo smaltimento di alcuni dei cassoni utilizzati per il recupero della Costa Concordia.

Nicola Capuzzo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY