Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Grendi ufficializza lo sbarco a Porto Torres



Il Gruppo Grendi ha ufficializzato la nuova toccata a Porto Torres del suo servizio di trasporto marittimo regolare fra Toscana e sardegna e ha dato il benvenuto alla seconda nave appena entrata in servizio. La notizia era stata anticipata da SHIPPING ITALY nelle scorse settimane.

In una nota la compagnia di navigazione della famiglia Musso spiega che “dal 26 febbraio 2020 le partenze settimanali da Marina di Carrara per la Sardegna diventano 6. Una seconda nave e un nuovo porto tra le principali novità del 2020”. La rotazione del servizio più precisamente diventerà: Marina di Carrara – Porto Torres – Cagliari – Marina di Carrara – Porto Torres – Marina di Carrara.

Antonio Musso, amministratore delegato di Grendi Trasporti Marittimi, prosegue aggiungendo che “sarà una vera e propria autostrada del mare su cui trasportiamo sia rotabili che container, grazie alla quale molti camion evitano di attraversare la Sardegna da nord a sud, con benefici in termini ambientali ed economici”.

La nota infine precisa che “i maggiori volumi sulla nostra linea sono derivati dall’affidabilità del servizio e dall’incremento del traffico container internazionale originato o diretto verso la Sardegna che, a seguito della chiusura del terminal container di Cagliari, ha trovato sbocco sulla nostra tratta”.

Costanza Musso, amministratore delegato del gruppo, nel dettaglio ha spiegato quanto segue: “Per consolidare questa crescita che ha visto nel 2019 un incremento del fatturato del 20% sui 45 milioni del 2018 (volumi 2019: 69.848 Teu + 23,5%, 20.285 rotabili +33,4%) abbiamo deciso di investire su una seconda nave e una nuova rotta. Da Marina di Carrara con la nuova linea su Porto Torres, che si aggiunge a quella su Cagliari, le partenze settimanali diventano sei (4 su Cagliari e 2 su Porto Torres) e rispondono alle esigenze di maggiore mobilità delle merci da e per la Sardegna. La nostra compagnia continua a puntare sullo sviluppo dell’economia dell’isola in maniera sostenibile. Il Gruppo Grendi, infatti, può vantare il 47% in meno di emissioni di CO2 sulla tratta Milano Cagliari grazie all’utilizzo di unità di carico più grandi della concorrenza, alla tecnologia Translifter/Cassets che consente di caricare e scaricare una nave maggiormente (+ 125%) e in sole 3 ore in modo da poter effettuare la traversata via mare più lentamente con conseguente riduzione dei consumi e delle relative emissioni. Lo sviluppo delle linee marittime è affiancato da quello a terra con l’ampliamento del capannone nel porto di Marina di Carrara e con l’obiettivo di ampliamento anche di un nuovo magazzino a Cagliari”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY