Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Balzarini annuncia uno stop temporaneo al suo progetto di nuove navi

NextSeaWell, il progetto finalizzato a costruire una nuova flotta di navi portabestiame annunciato a inizio anno da Mauro Balzarini, ex vertice di Wellard, subirà un rallentamento a causa delle misure restrittive che stanno bloccando molte attività in Italia e nel resto d’Europa.

Secondo quanto comunicato da NextSeaWell ci sono anche società italiane, basate nei pressi di Milano, fra quelle che prendono parte al progetto di costruire queste navi da 11mila capi di bestiame di capacità e alimentate a gas naturale liquefatto per il trasporto di animali vivi da Australia e Nuova Zelanda verso l’Asia.

“La situazione in Italia, unita ai crescenti divieti di trasferimento delle persone a livello globale, ci ha costretti a ritardare i lavori di progettazione e di collaudo” ha dichiarato Balzarini. “In questa fase, ovviamente, non sappiamo quanto dureranno i ritardi e la nostra preoccupazione principale è che tutti coloro che sono coinvolti nel progetto e le loro famiglie rimangano sani e salvi”.

In quanto residente in Nuova Zelanda, Balzarini ha dichiarato che la sua capacità di mantenere un controllo diretto e un coinvolgimento pratico nel progetto di costruzione della nuova nave sono state fortemente limitate a causa delle regole stringenti del suo paese sui viaggi internazionali.

“Prima dello scoppio dell’epidemia in Italia, avevamo fatto alcuni progressi entusiasmanti, dimostrando che molte delle tecnologie da implementare nei nostri progetti sono ancora più promettenti di quanto avessimo inizialmente pensato. I test sui nostri nuovi progetti di sistemi di ventilazione, ad esempio, indicano che saranno un importante passo avanti rispetto ai sistemi attuali. Non vediamo l’ora di tornare al lavoro non appena sarà possibile farlo in modo sicuro” ha concluso Balzarini.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY

Balzarini’s new livestock shipping venture delayed by coronavirus