Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

A Gioia Tauro nuovo investimento tecnologico per accogliere le grandi portacontainer anche di notte

Per dare supporto alle operazioni di pilotaggio delle mega portacontainer lungo il canale, l’Autorità portuale di Gioia Tauro ha acquistato un sistema di rilevamento Channel Pilot MK3.

A renderlo noto è tata la stessa port authority spiegando che “si tratta di una strumentazione capace di offrire una vasta gamma di dati di precisione a supporto delle attività di manovra, in grado di aumentare la sicurezza in tutte le situazioni di scarsa visibilità o anche per motivi dimensionali, come nel caso di ingresso e manovra delle grandi navi che operano in spazi ristretti o in bassi fondali”.

L’obiettivo è quello di garantire efficienti servizi all’interno del porto attraverso l’installazione di due sistemi di rilevamento grafico-portatile di ausilio al pilota del tipo PPU – Portable Pilot Unit. “Grazie a questa strumentazione di ultima generazione si renderà più sicura la manovra in ingresso e in ormeggio, consentendo altresì la possibilità di scalare il porto di Gioia Tauro nelle ore notturne. L’Ente, guidato da Andrea Agostinelli, ha scelto quindi di dotare lo scalo di servizi ultramoderni, idonei ad assicurare efficienza alle attività del porto, anche, nei casi in cui si possano verificare momenti di scarsa visibilità della manovra” prosegue spiegando la nota dell’Autorità portuale di Gioia Tauro.

Parallelamente a questo investimento, al fine di rendere possibile l’ingresso delle mega portacontainer anche di notte, l’Autorità portuale di Gioia Tauro nei mesi scorsi ha dotato lo scalo di un sistema di rilevamento e gestione dei dati relativi a corrente, altezza delle onde, marea e dati meteorologici.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY