Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Marina di Carrara pronta ad accogliere la linea break bulk regolare di Spliethoff con l’America

Dopo alcune toccate sperimentali portate a termine con successo, il porto di Marina di Carrara spera di essere inserito nella rotazione regolare di una linea per carichi break bulk che collega l’Italia con il centro-Nord America.

Il vettore marittimo in questione è il gruppo olandese Spliethoff, uno dei più importanti player al mondo per il trasporto via mare di merci con navi multipurpose, e l’agente marittimo coinvolto è la società Dante Ghirlanda di Marina di Carrara. Dopo la notizia (riportata dall’edizione locale de Il Tirreno) dello scalo in porto della nave Happy Sky di BigLift per imbarcare soprattutto yacht , Andrea Ghirlanda, titolare dell’agenzia marittima coinvolta direttamente, a SHIPPING ITALY ha spiegato che “si tratta di primi imbarchi di prova che abbiamo fatto e sono tutti andati bene. L’ultima era una nave di BigLift ma fa sempre parte del gruppo Spliethoff, vettore che ha una propria flotta di navi e che speriamo decida di inserire regolarmente uno scalo nel nostro porto per le linee con Stati Uniti e Messico”. Insomma quello ribattezzato Medliner non è ancora un servizio acquisito ma c’è speranza che le toccate fatte finora abbiano convinto la compagnia di navigazione  a servirsi regolarmente del terminal Porto di Carrara.