Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Come è cambiato (in meglio) con il Covid il lavoro del perito assicurativo nel ramo trasporti

Contributo a cura di Matteo Lugaro *
* amministratore delegato Contec Marine

(Matteo Lugaro sarà tra i relatori del convegno Connettività: Covid, opportunità e Lavoro” in programma martedì 8 settembre alle ore 10.30)

Come Contec Marine, fornitori di servizi peritali e di gestione anche massiva di danni (ramo
Trasporti, ma anche Medical Malpractice e altro) per conto di assicurazioni e altri clienti, possiamo dire che all’arrivo dell’emergenza Covid ci siamo in effetti trovati preparati e pronti, ai fini lavorativi si intende, nell’affrontare la necessità di operare da un giorno all’altro in modalità smart working.

Ciò è stato possibile grazie al fatto di operare principalmente attraverso il supporto del nostro software – multi-ramo – denominato JWebClaims, nato tanti anni fa (con l’avvento di internet) e poi costantemente sviluppato e aggiornato. JWC nasce infatti come sistema di elaborazione e trasmissione dei dati via Internet, sviluppandosi nel tempo soprattutto sotto il profilo della dinamicità e della relazionalità: è in tal senso un sistema “plurifonte”, in quanto si avvale del contributo di più fonti o soggetti, e “pluridirezionale”, in quanto interagisce dinamicamente con più soggetti.

L’obiettivo è di portare all’interno di un unico documento, disponibile sul web, tutta la storia di un sinistro, comprese non solo le comunicazioni tra le parti e tutta la documentazione del caso, ma anche e soprattutto tutti i dati, storicizzati e loggati, di evoluzione del sinistro (quindi con lo storico delle riserve, e con la possibilità di estrazioni e proiezioni statistiche a più livelli).

Al momento del Covid il fatto di disporre di una piattaforma operativa e “dinamica” on line – con accesso libero da ogni condizionamento “geografico”, ovvero di postazione di lavoro – ha consentito di potere continuare tranquillamente a svolgere la nostra attività, tenuto conto che anche i clienti hanno potuto allo stesso modo accedere in remoto a tutte le informazioni e a tutti i dati via via gestiti e aggiornati dai medesimi operatori di sempre, professionalmente pronti e dunque in tal senso “intercambiabili”. Questi a nostro avviso sono stati i vantaggi, apprezzati ancora di più in questo periodo anche dai nostri clienti.

Per quanto riguarda le prospettive, nel tempo sono state integrate nel sistema nuove funzioni, possibili grazie all’utilizzo di nuove tecnologie: a titolo esemplificativo – le possibilità e le potenzialità in tal senso sono davvero numerose – si possono citare i servizi di video perizia (dove di fatto si utilizza un dispositivo terzo per verificare in modo immediato e diretto le condizioni oggettive di un danno) e in prospettiva l’utilizzo dei droni, che senza dubbio apre a scenari sicuramente nuovi, consentendo una visione e una verifica dei fatti, in particolare evidentemente in talune specifiche circostanze, non solo innovativa ma potenzialmente anche decisiva.