Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Vard progetta una posacavi per Orange Marine e fonde i cantieri rumeni

Vard ha ottenuto un contratto per la progettazione di una nave per la riparazione di cavi destinata a Orange Marine, società francese di telecomunicazioni sottomarine. L’unità sarà poi realizzata Colombo Dockyard, il maggiore gruppo navalmeccanico dello Sri Lanka, che già nel 2019 aveva lavorato alla costruzione di posacavi Kddi Cable Infinity per la giapponese Kokusai Cable Ship basandosi proprio su un progetto della controllata di Fincantieri. La stessa Vard nel 2014 aveva inoltre già ottenuto un contratto da Orange Marine per la costruzione di una nave da supporto offshore, la Pierre de Fermat, che era stata realizzata nello stabilimento norvegese di Brattvaag.

Tornando al design della nuova unità, Vard ha spiegato che questo è stato appositamente messo a punto per la manutenzione di cavi sottomarini, sia in fibra ottica che quelli utilizzati nei parchi eolici offshore. Particolare attenzione è stata dedicata inoltre allo scafo, in termini di capacità di tenuta al mare, manovrabilità e basso consumo di carburante. Ad oggi l’azienda sta realizzando due posacavi, il progetto 9 04 per Prysmian e quella relativa al contratto firmato di recente per Van Oord.

Per il gruppo cantieristico la firma di questa commessa non è però l’unica novità recente. Vard ha infatti anche annunciato che procederà a fondere i suoi due cantieri rumeni Vard Braila e Vard Tulcea, ad oggi due società separate, con effetto a partire dal prossimo 30 giugno.

La fusione, ha spiegato il Ceo Alberto Maestrini, garantirà “economie di scala, semplificazione dei processi decisionali, riduzione dei costi amministrativi, eliminazione di attività parallele o doppie”, creando contestualmente il maggior operatore della cantieristica navale del paese.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY