Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Continuità marittima: bandite anche le gare per la Genova – Porto Torres e la Napoli – Cagliari – Palermo

Invitalia ha pubblicato per conto del Mit le procedure di gara per altri due servizi pubblici di trasporto marittimo di passeggeri, veicoli e merci linee con le isole maggiori. Un paio di settimane fa erano già state avviate le procedure per le linee in convenzione Termoli – isole Tremiti e Civitavecchia – Arbatax – Cagliari mentre ieri, 28 febbraio è scaduta la convenzione precedente anche se Tirrenia Cin non ha interrotto le corse (non è chiaro se sia arrivata da parte del Ministero dei trasporti un’ulteriore proroga temporanea o meno).

Per quanto riguarda i bandi appena pubblicati il primo riguarda la tratta Genova – Porto Torres, per la quale il dicastero ha messo sul piatto fino a 25,811 milioni di euro per assicurare i collegamenti per gli anni dal 2021 al 2026 (limitatamente al periodo compreso tra l’1 ottobre e il 31 maggio di ogni anno). Il contratto prevede già la possibilità di una proroga per un massimo di 6 mesi e a fronte di un importo ulteriore fino a 3,8 milioni, nonché eventuali premialità per un massimo del 2% dell’importo a base d’asta, ovvero circa 516mila euro. Il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse è stato fissato per il prossimo 28 aprile 2021. Il capitolato tecnico specifica che sono richieste due navi ro-pax di età non superiore a 20 anni, con capacità di trasporto passeggeri non inferiore a 750 persone (di cui 450 in cabina) e capacità di trasporto trailer-auto minima come di seguito delineata: solo mezzi pesanti 1.000 metri lineari di corsia; solo autovetture 500 veicoli.

Scadrà invece il giorno dopo, ovvero il 29 aprile 2021, il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse per un altro servizio pubblico, quello per il trasporto marittimo di passeggeri, veicoli e merci lungo la linea Napoli – Cagliari – Palermo. Anche in questo caso la durata è stata fissata in 60 mesi, mentre l’importo stanziato dal Mit è di 33,635 milioni di euro, più un’eventuale premialità di 672mila euro. Anche nel caso della linea fra Campania – Sardegna e Sicilia è prevista la possibile proroga tecnica per un massimo di 6 mesi a fronte di 3,363 milioni. Per questa linea il Ministero dei trasporti chiede una nave ro-pax di età non superiore a 20 anni, con capacità trasporto passeggeri non inferiore a 650 persone, di cui 400 in cabina, e capacità di trasporto trailer-auto minima come di seguito delineata: per i soli mezzi pesanti 1.500 metri lineari di corsia; per le sole autovetture 530 veicoli.

Come per le precedenti gare risulta applicata la clausola sociale così come sono richiesti i medesimi requisiti finanziari, patrimoniali e giuridici.

Nei giorni scorsi, come riportato da SHIPPING ITALY, il Mit, sempre tramite Invitalia, aveva già  dato avvio alle procedure di gara per i collegamenti in continuità marittima sulle rotte Civitavecchia-Arbatax-Cagliari (5 anni, per un importo di oltre 83 milioni di euro) e Termoli-Tremiti (3 anni, circa 20 milioni di euro). Per entrambe le procedure di gara la scadenza è fissata al 20 aprile prossimo.

Per quel che riguarda infine la linea Civitavecchia – Olbia l’avviso che dava il via alla relativa procedura era stato pubblicato direttamente dal Ministero (tramite la Direzione generale per la vigilanza sulle AdSP, le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo) alla fine dello scorso gennaio e la sua scadenza è stata recentemente prorogata al prossimo 12 marzo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY