Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Non nuove navi ma container per Maersk. Skou: “Il ritorno alla normalità richiederà tempo”

Maersk Line non ha in previsione di ordinare nuove navi e si gode gli ottimi risultati finanziari del primo trimestre del 2021 che dovrebbero rimanere costanti almeno per tutto il resto dell’esercizio in corso. A parlare, dopo l’ultima trimestrale resa pubblica nei giorni scorsi, è stato il numero uno della shipping company danese, Soren Skou, che ha spiegato come “in questo momento la situazione vede i caricatori cercare di soddisfare una domanda di trasporti molto sostenuta al fine di ripristinare gli stock di merci”. Molti big del retail da mesi segnalano criticità per via di porti congestionati, scarsità di equipment e ritardi post-incaglio della nave Ever Given nel canale di Suez che hanno generato ritardi nel trasporto di merci dall’Asia verso i mercati di destinazione finale. Nei primi tre mesi del 2021 le importazioni lungo questa rotta sono cresciute del 30% rispetto allo stesso trimestre dell’anno prima e le navi sono costrette ad attendere fuori dal porto di Los Angeles fino a 16 giorni per poter scaricare. “È un problema enorme per i nostri clienti, è molto complicato e ci vorrà del tempo prima che torni alla normalità questa situazione” ha aggiunto Skou.

Maersk ha aggiunto che investiranno nell’acquisto di nuovi container mentre la compagnia non ha in previsione di ordinare nuove navi nel prossimo futuro. La compagnia ha alzato le proprie stime di Ebitda per il 2021 da 8,5/10 miliardi di dollari a 13/15 miliardi di dollari. Le previsioni sulla crescita della domanda di spedizioni container è stata anch’essa aumentata per l’anno in corso da un +3/+5% a un più ottimistico +5/+7% mentre nel 2020 è decresciuto di un -1,8%.

“Ci aspettiamo che il trend attuale prosegua fino all’ultimo trimestre dell’anno” ha aggiunto ancora il numero uno della compagnia di navigazione danese.

Nel del primo trimestre del 2021 Ap Moller- Maersk ha fatto registrare un Ebitda pari a 4 miliardi di dollari (+165,5% rispetto a 1,5 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2020), l’Eebit è stato 3,1 miliardi di dollari  (+461,1% da 552 milioni), i ricavi sono cresciuti del 30% arrivando a 12,4 miliardi di dollari e l’utile netto è risultato pari a 2,72 miliardi di dollari (+1.200%).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY