Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Rosetti Marino completa un jacket eolico e vara il suo primo maxi-yacht (FOTO)

In queste ore Rosetti Marino ha completato due lavori che, insieme, rappresentano un po’ il nuovo corso che il cantiere ravennate ha dovuto intraprendere negli ultimi anni a seguito delle difficoltà del settore oil&gas.

Restando nell’ambito offshore, la società ha svelato infatti di avere ultimato la costruzione a Piomboni di un jacket destinato al Parc éolien en mer de Saint-Nazaire, al largo della costa francese. Alta 50 metri e pesante oltre 1.200 tonnellate, la struttura salperà in questi giorni adagiata su una barge verso la sua destinazione finale, viaggiando – ha precisato il cantiere – in posizione verticale e non stesa in modo da velocizzare le successive fasi di installazione. La società sta inoltre lavorando a un altro jacket per la stazione eolica offshore di Fécamp, sempre in Francia, del quale ha avviato la costruzione lo scorso febbraio.

L’altro risultato di forte importanza simbolica ottenuto in questi giorni da Rosetti Marino è stato il lancio del suo primo maxiyacht.  Realizzato dalla divisione Rosetti Superyacht, l’imbarcazione lunga 38 metri è stata varata lunedì scorso (31 maggio, ndr). La sua costruzione era iniziata nel maggio 2019, mentre la consegna è fissata, dopo il completamento degli ultimi allestimenti, nel prossimo mese di luglio. La diversificazione nella costruzione di imbarcazioni di lusso era stata avviata da Rosetti Marino nel 2017, proprio durante la fase più acuta della crisi del settore oil&gas. Il cantiere nel frattempo ha deciso di continuare a sostenere la scommessa prevedendo un investimento da 10 milioni di euro per la realizzazione di un nuovo capannone coperto in cui poter costruire yacht lunghi fino a 100 metri.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY