Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Container: Ebit oltre i 16 miliardi $ per le prime undici compagnie al mondo nei primi mesi del 2021

La società di consulenza e analisi Sea-Intelligence nel suo ultimo report settimanale Sunday Spotlight ha scattato una fotografia di quanti soldi stiano guadagnando quest’anno le compagni di navigazione attive nei trasporti container e il risultato è stato forse maggiore delle aspettative persino degli stessi global carrier.

Nella seconda metà del 2020 le 11 maggiori compagnie di navigazione al mondo (è esclusa dall’analisi Msc che non rende pubblici i propri bilanci) hanno visto crescere i propri profitti operativi fino a un totale di 13,3 miliardi di dollari ma il primo trimestre del 2021 è andato ancora meglio. Nonostante i primi mesi dell’anno siano tradizionalmente quelli meno attivi per lo shipping di container, Sea-Intelligence ha evidenziato come solo 3 degli 11 vettori presi in esame abbiano fatto registrare un aumento delle entrate nel primo trimestre 2021 inferiore al 50,0%. Tre compagnie hanno più che raddoppiato le loro entrate rispetto allo stesso periodo del 2020.

In termini di redditività dell’attività svolta, per la prima volta in 10 anni tutti i principali vettori hanno registrato un Ebit positivo nel 1° trimestre, con 7 vettori che hanno ottenuto un Ebit di oltre 1 miliardo di dollari e per 3 vettori superiore a 2 miliardi di dollari. Un dato senza precedenti. Gli stessi analisti sottolineano come nel periodo 2010-2020 solo due volte una compagnia di navigazione aveva registrato un risultato ante oneri finanziari positivo superiore a 500 milioni di dollari.

L’Ebit combinato di tutti i primi 11 vettori nel primo trimestre di quest’anno è stato pari alla cifra impressionante di 16,19 miliardi di dollari; ciascuno di questi armatori ha ottenuto un proprio record storico.

Per comprendere questo netto miglioramento della redditività, un grafico di Sea-Intelligence mostra l’Ebit per Teu ottenuto da ciascuno dei 7 vettori marittimi che nei propri bilanci rende pubblico sia il risultato operativo che i volumi di container trasportati. L’istogramma mostra dunque quanti soldi ogni liner ha guadagnato (o perso) per ogni TEU di container spedito negli ultimi dieci anni. Immediato appare il balzo in positivo del primo trimestre del 2021 con Hmm che ha registrato il più alto rapporto Ebit/Teu pari a 971 dollari per ogni container da 20’. In pratica per ogni Teu imbarcato il profitto ante-oneri finanziari è stato di quasi 1.000 dollari. Zim ha registrato il secondo più alto rapporto Ebit/Teu con 836 dollari, seguito da Cosco e One con valori compresi fra 600 e 700 dollari, per Hapag-Lloyd il valore è nel range 500-600 dollari/Teu mentre Cma Cgm e Maersk hanno evidenziato un rapporto Ebit/Teu inferiore ai 500 dollari (rispettivamente 452 e 419 dollari/Teu).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY