Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Chartering, cyber risks e yacht: la postpandemia di Cambiaso Risso riparte con tre novità

“A dispetto dell’emergenza sanitaria mondiale, il 2020 e il 2021 hanno visto vice-versa una crescita significativa per tutto il nostro comparto assicurativo, consentendo anche un significativo reinvestimento per lo sviluppo e la crescita di nuovi settori che andranno anche a garantire nuova occupazione a Genova, Monaco e, a medio termine, negli altri uffici del network”.

Sintetico ma essenziale come d’abitudine, è così che Mauro Iguera, vertice insieme a Marco Risso della storica casa genovese di brokeraggio assicurativo del settore shipping Cambiaso Risso, ha riassunto gli ultimi mesi di attività del gruppo, che “nel rivolgimento epocale causato dall’emergenza sanitaria” ha trovato “una spinta propulsiva al cambiamento, un’opportunità di rinnovamento necessaria per affrontare i nuovi scenari del mercato e gestire il passaggio di testimone alle nuove generazioni”. Tre le iniziative più significative intraprese da Cambiaso Risso nell’ultimo anno la creazione di un settore di brokeraggio dry-cargo, la nascita del settore special risks e l’ampliamento del settore yacht.

Il nuovo reparto dry cargo di Cambiaso Risso, integrando l’acquisizione nel 2020 di Genoa Sea Brokers e l’esordio nel settore sales&purchases, affiancherà proprio questa divisione “riprendendo – spiega una nota – le fila di un’attività storica del gruppo. Oltre a sviluppare lo spot market, con i propri clienti internazionali con base europea, è intenzione del desk specializzarsi sui mercati del Mar Nero e del Baltico tra i quali conta un importante supporto da major industrial clients, che hanno un costante bisogno di crescita sia in termini di volumi che di navi”. A guidare il team di tre persone sarà Francesco Torelli, di forte lunga esperienza in importanti società di brokeraggio italiane ed internazionali.

Arriva da una permanenza di 11 anni a Londra, dove era arrivato a diventare il primo director italiano in seno a un colosso assicurativo come Thomas Miller, Alberto Comitardi, avvocato cui Cambiaso Risso affiderà il team dedicato ai rischi speciali ed alla ricerca e sviluppo di nuovi prodotti, che fornirà un supporto tecnico a tutte le attività del gruppo, in un momento storico nel quale si rendono quantomai necessarie iniziative volte a gestire l’era della “pirateria digitale” e le esigenze specifiche di armatori e noleggiatori di fronte ai cyber risks. Comitardi sarà affiancato dall’ingegnere navale Nicola Iguera, entrato nel 2021 nell’azienda di famiglia  dopo svariate esperienze in diverse parti del mondo.

Infine il settore yacht di lusso, che, coordinato da Raffaele Bruzzo e stato oggetto di un importante sviluppo negli ultimi anni, “oggi amplia i propri servizi nel settore assicurativo e di agenzia marittima con la compra-vendita mirata di yacht fino a 30 mt. e di posti barca nelle marine della Costa Azzurra e dell’area tirrenica”. Cambiaso Risso, con 19 uffici nel mondo che impiegano 283 persone di 18 diverse nazionalità, ha chiuso il 2020 con 45 milioni di euro di ricavi netti e 2100 scali nel comparto Agenzia Marittima. “La massa premi supera i 400 milioni di dollari a conferma – ha commentato Marco Risso – della capacità di reazione da parte del nostro organico a qualunque avversità”.

“Il periodo pandemico – ha concluso Iguera – ci ha, come detto, spinto a concentrarci sullo sviluppo interno, anche in ragione della necessità di consolidare le tre acquisizioni dell’anno scorso (oltre a Genoa Sea Brokers, Costa Brokers e Fender), ma da gennaio contiamo di riprendere a guardarci intorno alla ricerca di occasioni di crescita verticale”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY