Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Ceduta da Manisa Bulk per circa 7,5 Mln $ una nave mini-bulker di 20 anni

La shipping company partenopea Manisa Bulk è appena riuscita a portare a termine con successo (e soddisfazione economica) la vendita di una delle sue mini-bulk carrier in flotta approfittando di un momento di mercato particolarmente propizio.

Secondo quanto riporta VesselsValue (la società direttamente interessata non ha confermato) la nave Manisa Bianca, una general cargo da 9.600 tonnellate di portata lorda costruita nel 2000 presso il cantiere navale rumeno Damen Galati e adatta anche al trasporto di container all’occorrenza è già passata nelle mani di una società armatoriale non meglio identificata che l’ha già ribattezzata Skystar.

Di particolare rilievo il prezzo di vendita che sarebbe intorno ai 7,5 milioni di dollari, quasi il triplo rispetto al valore dello stesso asset circa un anno fa quando Manisa l’aveva rilevata dalla tedesca Hanse Capital Group. La nave in questione (equipaggiata con due gru e sulla quale erano già stati installati gli impianti per il trattamento delle acque di zavorra) ora si trova nel Mar baltico mentre nel recente passato aveva operato prevalentemente nel Mare del Nord e in Atlantico.

Nelle scorse settimane anche un altro piccolo armatore campano, Barone Shipping, aveva ceduto a un prezzo notevolmente superiore alla media di mercato degli ultimi anni (quasi 5 milioni di dollari) la nave Rita BR costruita nel 2007.