Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Doppio shopping navale per Vulcania (F.lli Cosulich) con il supporto di Mps e Sace

La genovese Fratelli Cosulich continua a investire in navi. A pochi giorni di distanza dall’annuncio di voler acquistare naviglio per servire i traffici di bramme provenienti dall’Ucraina e diretti a Porto Nogaro, e a breve distanza dall’ordine in Cina per due Lng bunker tanker, la società si appresta a rilevare altre due unità. Banca Monte dei Paschi di Siena ha fatto sapere a SHIPPING ITALY di avere finalizzato due operazioni di finanziamento per complessivi 10 milioni di euro in favore della flotta di Vulcania Srl, società controllata all’80% da Fratelli Cosulich Spa e partecipata (con il 5% ciascuno) da Marco Massa, Lorenzo Momigliano, Stefano Abate e dalla società All About Shipping Srl di Marco Donati.

L’operazione è stata strutturata da Mps in due finanziamenti: il primo unsecured di 3,75 milioni di euro a 5 anni e il secondo di 6,25 milioni di euro assistito da Sace a 6 anni. L’investimento per queste due new entry è complessivamente di 18 milioni di euro. Il finanziamento è stato garantito digitalmente e in tempi brevi da Sace tramite Garanzia Italia, lo strumento del Decreto Liquidità destinato al sostegno delle imprese italiane durante l’emergenza Covid-19.

Con questa operazione Vulcania ha già acquistato una nave e si appresta a rilevarne una seconda da 26.000 tonnellate di portata ciascuna con lo scopo di rafforzare i trasporti fluviali e marittimi nell’ambito del settore siderurgico con il trasporto della materia dai punti di estrazione ai punti di lavorazione a Porto Nogaro. Queste due unità porteranno a quota 15 le navi della flotta Cosulich, di cui 7 operate da Vulcania, 6 bettoline impiegate a Singapore e 2 nuove Lng bunker tanker da 8.200 metri cubi recentemente commissionate appunto da Fratelli Cosulich Lng in Cina.

Le sei navi già operate dal gruppo nell’ambito della cosiddetta ‘operazione allibo’ concepita per trasportare bramme a Porto Nogaro, dove l’accessibilità nautica è limitata da un pescaggio di appena 5 metri, sono general cargo da meno di 4.000 tonnellate di portata e tutte di età oltre i 15 anni. Il doppio nuovo acquisto, sia per età (8 anni) che per portata lorda (26.000 tonnellate), rappresenta un salto di qualità importante per Vulcania.

“Il settore della logistica si sta rivelando fondamentale nel periodo post-pandemia ed il settore bancario sta rivolgendo particolare attenzione ai progetti di crescita presentati dalle imprese attive in tale ambito” ha affermato Marco Tiezzi, general manager area Nord Ovest di Banca Mps. “Con questa operazione si è deciso di affiancare una realtà come Vulcania Srl e il Gruppo Fratelli Cosulich con l’obiettivo di sostenere la crescita e fornire un supporto concreto per gli investimenti in corso”.

Randa Maria Morgan, vertice dell’area Transport, power & infrastructure di Sace, aggiunge: “Con questa operazione confermiamo il nostro sostegno a un’azienda che abbiamo già affiancato quest’anno attraverso le garanzie green. Grazie a Garanzia Italia, infatti, possiamo ulteriormente supportare le aziende italiane, in questa fase complessa ma di ripartenza, dove accesso a liquidità e possibilità di realizzare nuovi investimenti costituiscono importanti vantaggi competitivi, i cui effetti positivi si diffonderanno sull’economia del comparto infrastrutturale e del territorio”.

Nicola Capuzzo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY

Marco Tiezzi (Banca MPS)