Il quotidiano on-line del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Il gran capo di Ap Moller Maersk in banchina al Vado Gateway



Avrebbe dovuto essere una grande celebrazione con tanto di partecipazione dei vertici cinesi di Cosco e del porto di Qingdao ma, nonostante l’emergenza Coronavirus l’abbia parzialmente ‘azzopata’, il numero uno del gruppo Ap Moller Maersk che controlla sia Maersk Line che Apm Terminals non ha voluto mancare all’avvio commerciale del nuovo Vado Gateway.
Come testimoniano alcune immagini circolate sui social network, Soren Skou, il grande capo di Maersk, era ieri a Vado Ligure per assistere alle operazioni di imbarco e sbarco dei container sulla nave Maersk Kotka con cui ha preso concretamente il via l’attività del nuovo terminal.
Il vertice del colosso danese ha tenuto un discorso di fronte ai dipendenti di Apm Terminals Vado Ligure dando loro un benvenuto nella famiglia Maersk, ringraziandoli per il loro impegno e motivandoli a contribuire con il loro lavoro affinché questa infrastruttura diventi un fiore all’occhiello fra i terminal container del gruppo.
L’evento era privato, dunque Soren Skou non ha incontrato la stampa né ha rilasciato dichiarazioni pubbliche.

Ironia della sorte, ieri era presente Italia anche David Yang, numero uno del gruppo terminalistico Psa International, che, dopo aver parlato con i vertici della Regione Liguria a Genova, è stato ricevuto a Roma dalla ministra dei trasporti Paola De Micheli. Oggetto del confronto, ovviamente, la fusione fra il terminal container di Psa Genova Prà e il Sech.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY